homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Edilizia popolare, gli alloggi Ater diventano esenti dall'Imu

Soddisfatto l'assessore all'Edilizia Massimo Giorgetti: "La nostra azione di pressing ha portato un beneficio concreto per le fasce deboli della popolazione"

Il Senato della Repubblica ha approvato in via definitiva nei giorni scorsi il Decreto Legge in materia fiscale e tributaria che prevede l’esenzione della quota Imu a favore dello Stato che le Ater avrebbero dovuto corrispondere.

“Rilevo con grande soddisfazione – afferma l’assessore all’Edilizia della Regione del Veneto, Massimo Giorgetti – la decisione del Parlamento di accogliere la nostra istanza: questa soluzione è frutto dell’assiduo lavoro, che potremo definire di pressing, svolto in tutte le sedi istituzionali dall’assessorato veneto all’edilizia, dalla nostra e dalle altre Regioni italiane, nei confronti dell’esecutivo e del Parlamento, per modificare una norma che sarebbe stata fortemente penalizzante per le Ater e di conseguenza per i cittadini, soprattutto quelli appartenenti alle fasce più deboli”.

“Se fosse stato confermato l’obbligo di pagamento dell’Imu anche per le Ater – prosegue l’assessore Giorgetti –, nonostante la buona salute di cui godono le nostre Aziende Territoriali, avremmo corso il rischio di far saltare l’intero sistema dell’edilizia sociale del Veneto. L’assoggettamento all’imposta anche degli alloggi di edilizia economica popolare avrebbe significato la sottrazione di preziose risorse al territorio per iniziative in un settore delicato come quello della casa, sarebbero venuti a mancare svariati milioni di euro da utilizzare per mantenere, valorizzare e incrementare il patrimonio abitativo immobiliare pubblico”.

“La partita, però, non è ancora del tutto chiusa – conclude Giorgetti – in quanto rimane da definire la quota di imposta spettante ai Comuni. Mi auguro che i sindaci, vista la funzione sociale svolta dagli Ater nei loro territori, decidano, analogamente a quanto fatto dal Parlamento, di rinunciare alla parte di loro competenza, azzerando così totalmente la tassazione a carico delle Aziende Territoriali per l’Edilizia Residenziale. A tal fine, intendo incontrare nelle prossime settimane l’Anci Veneto, confidando di trovare un accordo che sarebbe sicuramente di buon senso, di responsabilità e di giustizia sociale”.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Investita in viale Galliano, la donna muore dopo il ricovero a borgo Trento

    • Incidenti stradali

      Maxi tamponamento in autostrada: cinque persone ferite e casello chiuso

    • Cronaca

      Rapina in corso in un negozio ma il pilomat rallenta la pattuglia in arrivo

    • Cronaca

      Rifiuti. Nel veronese la diffusione dei reati ambientali è preoccupante

    I più letti della settimana

    • 150esimo anniversario dell'ingresso del Veneto in Italia. Festa a Verona

    • Droga e clandestini. Un intero condominio perquisito dalle forze dell'ordine

    • Ancora un incidente mortale, a Sandrà impatto letale tra un'auto e una moto

    • Rapido maltempo su Verona e provincia. 45 interventi dei vigili del fuoco

    • Brentino Belluno, incidente in montagna al Vajo dell'Orsa. Un morto

    • Due morti nello scontro tra auto e moto avvenuto fra Trento e Verona

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento