Forza Nuova grida alla «censura» e fa causa a Facebook dopo la chiusura dei profili social

Dopo la chiusura degli account Facebook e Instagram, è stata annunciata anche una manifestazione a Verona per «difendere il proprio diritto alla libertà di opinione e di pensiero»

Forza Nuova - immagine d'archivio

Continua a far discutere la decisione di chiudere diversi account ufficiali di CasaPound e Forza Nuova, così come avvenuto anche a Verona, da parte del colosso del web Facebook. La motivazione ufficiale fornita dall'azienda è che le pagine oscurate violerebbero le regole della community, in quanto «le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono, non trovano posto su Facebook e Instagram».

La reazione politica, dopo alcuni commenti a caldo, è arrivata quest'oggi da parte dei diretti interessati. La segreteria nazionale di Forza Nuova, infatti, ha fatto sapere di aver «dato mandato al proprio ufficio legale di procedere contro Facebook Italia per il reato di diffamazione e per tutti i reati relativi all'attentato alle libertà di opinione commessi a danno del movimento». Oltre a ciò, si legge sempre nella nota di Forza Nuova, «l'ufficio legale raccoglierà tutte le richieste per danni avanzate dalle migliaia di persone che hanno visto le proprie pagine di interesse lavorativo cancellate.

Nel frattempo i vertici del movimento hanno fatto sapere che presto si terranno in diverse città d'Italia, tra le quali anche quella di Verona, alcune manifestazioni per «difendere il proprio diritto alla libertà di opinione e di pensiero». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento