Fondi del Cipe per la cultura, nessun soldo per Verona. Michele Croce attacca

Il candidato sindaco di Verona Pulita se la prende con il sindaco Flavio Tosi e con la deputata Pd Alessia Rotta. Gli esponenti democratici si difendono: "Nessuna responsabilità"

"Mi sembra di sognare. Il Governo tramite il Cipe distribuisce un miliardo di euro per il piano strategico "Turismo e Cultura", finanziando 33 grandi interventi su 13 regioni, e a Verona, patrimonio dell'Unesco, arrivano 0 euro perché nessuno li ha chiesti. È arrivato il momento che qualcuno chieda i danni al distrattissimo signor Tosi che da anni ha la testa altrove".

È furente e non lo nasconde Michele Croce, candidato sindaco di Verona Pulita, alla notizia dello stanziamento che ha visto esclusa Verona perché non sono stati presentati progetti da finanziare. "Il sindaco Tosi deve rispondere ai cittadini - ha continuato Croce - a causa del suo immobilismo, ormai cronico, Verona ha perso milioni di euro. È un fatto gravissimo. Ma mi lascia basito anche l'atteggiamento di Alessia Rotta, deputata e membro della segreteria nazionale del Partito Democratico, partito di cui è segretario il presidente del Consiglio Renzi: anziché interessarsi per la sua città, sa che nessuna richiesta è arrivata e tace anziché lanciare l'allarme in tempi utili. Lei e Tosi sono proprio una bella accoppiata: il distratto e la distratta, uno non chiede e l'altra non domanda".

Non ha risposto direttamente a Croce, ma è intervenuto sul tema il sindaco Flavio Tosi che ha assicurato che il Comune si farà avanti se lo stanziamento riguarderà luoghi culturali anche di proprietà non statale. Sulla pagina Facebook di Verona Pulita hanno invece commentato alcuni esponenti del Pd, difendendo la deputata Alessia Rotta dall'attacco di Michele Croce.

Elisa La Paglia, consigliere comunale del Partito Democratico di Verona, ha scritto: "Ma se è da 4 anni che denunciamo la totale mancanza di progetti finanziabili. Alessia Rotta e Diego Zardini hanno anche portato a Verona due volte la sottosegretaria Borletti Buitoni per attingere ai fondi dell' 8x1000 e il Comune non ha neanche fatto domanda. Individua meglio le responsabilità". E il deputato Diego Zardini ha aggiunto in un altro commento: "Il Governo non ha finanziato perché non c'era nulla di finanziabile, non perché coi suoi parlamentari sia distratto, e proprio perché l'amministrazione che lei ha sostenuto fin che le interessava e di cui ha fatto parte non ha chiesto nulla. E non ha chiesto perché non ha mai pensato di proporre una cosa finanziabile".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

  • Volotea, due nuove rotte dal Catullo e l'offerta biglietti sfiora il milione

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

Torna su
VeronaSera è in caricamento