Filobus, cambia il cronoprogramma: apertura per il 2022. Bertucco: "Tempi molto risicati"

"Non solo si fissa la data di apertura all’esercizio per il 31 gennaio 2022, - ha spiegato il consigliere comunale Michele Bertucco - ma si precisano i tempi di consegna del progetto per la variante urbanistica, prevista per il 15 marzo, cioè la prossima settimana"

«A distanza di un mese esatto dalla delibera di giunta dell’8 febbraio scorso, la numero 43, il cronoprogramma del filobus viene già aggiornato con tempi ancora più risicati». A sottolineare la novità è il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco, il quale è voluto intervenire sull'annoso tema del filobus a seguito della pubblicazione della bozza di accordo tra Ministero, Comune e Amt approvata dalla giunta comunale su proposta di Amt. 

«Non si tratta solo di dichiarare la data di apertura all’esercizio del filobus, fissata per il 31 gennaio 2022, - ha spiegato il capogruppo in Consiglio Michele Bertucco - ma anche di precisare i tempi di consegna della progettazione per la variante urbanistica, prevista per il 15 marzo, quindi tra una settimana esatta. 
Entro Ferragosto il Consiglio comunale dovrà aver approvato e reso efficace la Variante e dal giorno dopo, quindi dal 16 agosto 2018, dovrà avviare la fase espropriativa che si dovrà concludere meno di tre mesi dopo, entro il 15 novembre».

Una serie piuttosto serrata d'impegni per la Giunta veronese, un calendario che è mutato rispetto a quello stabilito precedentamente e che prevedeva tempi più rilassati:  «Nel precedente cronoprogramma tutte queste fasi occupavano un lasso di tempo molto più lungo, fino a settembre 2019. A partire dalla settimana prossima, - ha quindi spiegato Bertucco - facendo riferimento alle scadenze già passate (entro il 1° marzo si attendeva la consegna al Comune del piano particellare d’esproprio aggiornato e della documentazione relativa alla variante urbanistica) comincerò ad eseguire puntali verifiche sul rispetto dei tempi. Ma anche ammesso che il ruolino di marcia sia corretto e realistico, mi domando quando si affronterà la questione dei parcheggi scambiatori, che mancano e senza i quali il filobus non potrà entrare in esercizio. Manca ancora il direttore dei lavori». 

«Unico aspetto positivo della delibera - ha poi concluso Bertucco -  è che si fa obbligo Amt a "provvedere con cadenza mensile ad aggiornare l’Amministrazione comunale e gli uffici comunali interessati di tutti gli sviluppi della procedura stessa". Una tutela quanto mai opportuna».
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento