San Pietro di Morubio al voto il 5 giugno ma senza la lista "Uniti per la libertà"

La decisione è stata spiegata dai consiglieri Alessandro Brentaro e Alessio Cazzola: "Vigileremo sull'operato della prossima amministrazione segnalando criticità e problematiche"

C'è chi si candida, e chi no. Il 5 giugno si voterà per eleggere il nuovo sindaco di San Pietro di Morubio. Tra i candidati ci sarà Corrado Vincenzi ma non ci sarà la lista "Uniti per la libertà", dopo cinque anni opposizione con i consiglieri Alessandro Brentaro e Alessio Cazzola.

Il sito www.guidaalvoto.it ha diffuso le motivazioni della loro scelta, espresse in questa nota: "Riteniamo positiva l'esperienza fatta in questi ultimi cinque anni. In qualità di consiglieri di minoranza abbiamo controllato l'operato della maggioranza ed alla stesso tempo collaborato sulle tematiche importanti per il paese. Alle prossime elezioni non saremo presenti come lista "Uniti per la libertà" e noi consiglieri, per motivi personali e lavorativi, non saremo presenti in prima persona. Vigileremo comunque sull'operato della prossima amministrazione segnalando come privati cittadini criticità e problematiche. In futuro, tramite l'associazionismo o la politica, cercheremo comunque di fare qualcosa di concreto per cambiare in meglio il posto dove viviamo ed aiutare le molte persone purtroppo in difficoltà del nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento