Decoro in piazzale XXV Aprile, PD: «Servono dei bagni chimici»

Per i consiglieri democratici in circoscrizione e per Federico Benini: «Le condizioni delle aree verdi limitrofe al piazzale e al Tempio Votivo non sono affatto migliorate negli ultimi anni»

Controlli delle forze dell'ordine in stazione

Già nel novembre del 2017, a pochi mesi dalla sconfitta elettorale, l'ex sindaco Flavio Tosi aveva segnalato episodi di degrado in piazzale XXV Aprile. E lo aveva fatto con un video che richiamava quello girato a giugno da Matteo Salvini per sostenere la campagna elettorale di Federico Sboarina.
È passato poco più di un anno e sullo stesso tasto è tornato a battere il Partito Democratico con i consiglieri della terza circoscrizione e con il capogruppo Federico Benini, i quali richiamano ancora il video girato da Salvini in cui era intervenuto anche Daniele Polato, attuale assessore alla sicurezza di Verona.

A distanza di ormai due anni le condizioni delle aree verdi limitrofe al piazzale e al Tempio Votivo non sono affatto migliorate - scrivono i consiglieri del PD - Molte persone continuano a bivaccare tutto il giorno e a questa pratica sono costretti loro malgrado molti utenti dei bus, ancora privi di qualsivoglia servizio di attesa. I marciapiedi D1 e D2 rimangono senza pensilina e attorno all'area ristrutturata i marciapiedi sono ridotti a sentieri di ciotoli.
Esasperati dal protrarsi di tali condizioni, i residenti dell'area attigua alla stazione chiedono di ripristinare almeno le condizioni igienico sanitarie minime installando, come già fatto su nostra proposta allo Stadio, una batteria di bagni chimici. Facciamo dunque nostra anche questa richiesta che porteremo in Comune e in Circoscrizione.
Se l'amministrazione non è in grado di far rispettare il decoro e se non riesce a fornire ai passeggeri dei bus i servizi adeguati, eviti almeno che i giardini si trasformino in latrine a cielo aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla maggioranza, però, le accuse del Partito Democratico vengono respinte e viene ribadito che l'area della stazione di Verona è protetta e decorosa, grazie allo sforzo che l'amministrazione comunale sta portando avanti in sinergia con le forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Fatture false per evadere l'Iva, sequestri per 74 milioni ad azienda veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento