Crisi di Fondazione Arena, l'attacco del Pd: "Rappresaglia o reale trattativa?"

I consiglieri comunali del Partito Democratico Michele Bertucco ed Eugenio Bertolotti, sono tornati ad attaccare i vertici di Fondazione Arena: "Ci hanno portato a ridosso della stagione estiva senza alcuna prospettiva di riscatto"

Immagine di repertorio

"È da dicembre che attendiamo che parta la trattativa sindacale sulla Fondazione Arena, ciò che abbiamo visto ad oggi è stato soltanto una serie di sterili diktat e ultimatum che finora hanno lasciato il tempo che hanno trovato". Non le mandano certo a dire i due consiglieri del Partito Democratico Michele Bertucco ed Eugenio Bertolotti, i quali in merito alla questione "Fondazione Arena" nutrono parecchie perplessità circa le parole e l'operato fin qui svolto da parte dei relativi vertici.

"Ci hanno portato a ridosso della stagione estiva senza alcuna prospettiva di riscatto - proseguono i due esponenti del Pd - e il fatto stesso di mettere i lavoratori davanti alla scelta se scaricare il corpo di ballo oppure rinunciare all'integrativo assomiglia di più ad una rappresaglia che ad una proposta, per il semplice motivo che non viene detto come dovrebbe cambiare la programmazione della Fondazione Arena in assenza del corpo di ballo e di come varierebbero realmente i costi nell'ipotesi in cui i ballerini dovessero essere ingaggiati alla bisogna. Nell'immediato si risparmierebbero alcune centinaia di migliaia di euro, ma in prospettiva?"

Infine si arriva poi all'attacco frontale rivolta a Tosi e Girondini, i due capofila tra la schiera dei responsabili della crisi di Fondazione Arena secondo i due consiglieri comunali Bertucco e Bertolotti: "Tosi e Girondini debbono scendere dal piedistallo che si sono autocostruiti e affrontare i problemi che hanno creato con Arena Extra e Museo Amo: può permettersi la Fondazione di non incamerare nessun utile dalle attività extra lirica contravvenendo, tra l'altro, al protocollo di tutela dell'anfiteatro sottoscritto con il Ministero? Da Arena Extra sarebbero dovute uscire anche le risorse per sistemare l'Arena, altro che la balla della copertura! E può permettersi il Museo Amo di non pagare più l'affitto di Palazzo Forti a Cariverona come sta facendo da mesi? È facile prevedere che la fondazione bancaria non manderà l'ingiunzione di pagamento, ma la situazione va evidentemente sanata".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • "Cori razzisti". Un video mette i tifosi dell'Hellas ancora al centro della bufera

  • Droga, cellulari, manette e armi in casa: 38enne della Bassa arrestato

Torna su
VeronaSera è in caricamento