Consiglieri Pd contro la vendita di 2.500 metri di verde pubblico: "Tutelare Villa Are e il suo parco"

Alcuni consiglieri Pd della Seconda Circoscrizione si mobilitano contro la dismissione della realtà di Villa Are in via Torricelle: "La richiesta è del tutto sproporzionata rispetto agli obbiettivi dichiarati"

Tra qualche giorni gli uffici comunali saranno chiamati a decidere in merito ad una richiesta di acquisizione di 2.500 metri di verde pubblico all'interno di Villa Are in via Torricelle inoltrata lo scorso dicembre dalla società privata proprietaria della stazione radiotelevisiva presente all'interno della tenuta.

Secondo la documentazione ufficiale, la proposta di alienazione sarebbe motivata dal fatto che la porzione di terreno già legittimamente detenuta attorno all'antenna sarebbe tanto esigua “da non consentire la sosta anche temporanea di automezzi”, rendendo così troppo scomodi e difficoltosi gli interventi di manutenzione sull'antenna.

I consiglieri Pd della Seconda Circoscrizione Gaetano Melotti, segretario Secondo Circolo Pd Antonella Ciotti, capogruppo Pd in Seconda Circoscrizione, tuttavia, così come si evince da una nota da loro diffusa, ritengono che la richiesta sia "del tutto sproporzionata rispetto agli obbiettivi dichiarati: per fare un paragone, 2.500 metri quadrati equivalgono alla superficie di circa 70 stalli per autobus, quindi non giustificano l'esigenza di far sostare “qualche veicolo” per operazioni di ordinaria manutenzione.

Inoltre ad una pur sommaria ricostruzione aerea, si può apprezzare che il lotto di terreno richiesto renderebbe il compendio privo di una parte importante del suo parco (vedi immagine). Non da ultimo la richiesta non ci sembra adeguatamente motivata poiché non spiega, se l'antenna si trova all'interno di un parco recintato, come sia stato possibile fino ad oggi eseguire le citate operazioni di manutenzione. In definitiva chiediamo che Comune e Circoscrizione si attivino per evitare lo spezzettamento del compendio e garantire il verde pubblico. Siamo contrari alla dismissione, anche parziale, della realtà di Villa Are e auspichiamo che si decida di darla in gestione ad una impresa agricola sociale con cui si potrebbero attuare vari progetti di utilità sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Scomparso da Sant'Ambrogio di Valpolicella, 18enne ritrovato a Portici

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento