Il Comune contro la spending review: "Tagli per 6 milioni"

L'assessore al Bilancio Paloschi: "Ridotto il fondo di riequilibrio destinato agli enti locali. Fortunatamente possiamo contare su un avanzo di amministrazione"

La "spending review” del governo comporterà ulteriori tagli ai trasferimenti statali agli enti locali, con un impatto sul bilancio 2012 del Comune di Verona di ulteriori 5 milioni 890 mila euro. Lo ha comunicato oggi alla giunta l’assessore al Bilancio Pierluigi Paloschi. “L’articolo 16 del decreto legislativo noto come “spending review” - spiega Paloschi - ha ridotto il fondo di riequilibrio destinato agli enti locali, determinando le riduzioni da imputare a ciascun Comune sulla base dei fabbisogni standard e dei conseguenti risparmi potenziali di ciascun ente. Calcolando i consumi intermedi 2011 del Comune di Verona, si arriva quindi a un ulteriore taglio ai trasferimenti statali pari a 3 milioni 200 mila euro".

"Inoltre a decorrere dall’esercizio finanziario 2012 gli enti locali sono tenuti a iscrivere nel bilancio di previsione un fondo svalutazione crediti del 25% dei residui attivi di oltre 5 anni, che per il Comune di Verona si attesta a un milione e 730mila euro, anche se, calcolando le somme che dovranno essere riscosse entro l’anno, il taglio potrebbe ridursi a 910 mila euro - chiarisce l'assessore Paloschi -. Infine la rideterminazione del fondo di riequilibrio da parte del ministero dell’Interno in seguito al primo acconto di giugno del gettito Imu, comporterà per il Comune di Verona, che pure ha incassato con l’imposta meno di quanto previsto, un ulteriore taglio ai trasferimenti statali di 960 mila euro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Fortunatamente - conclude Paloschi - il bilancio del Comune di Verona può contare su un avanzo di amministrazione 2011 pari a 6 milioni di euro, quindi la copertura per quest’anno è garantita. È del tutto evidente, comunque, che con la “spending review” il governo ha applicato i tagli all’amministrazione statale in misura molto meno drastica di quanto fatto per i Comuni “.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

Torna su
VeronaSera è in caricamento