CasaPound annuncia il raduno nazionale a Verona, insorge il consigliere Bertucco

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune: «Un’ulteriore conferma di come il territorio veronese sia diventato una piazza appetibile alla destra più estrema»

Il volantino con i nomi delle band che suoneranno alla festa nazionale di CasaPound Italia a Verona

«Ebbene sì, quest’anno giochiamo in casa. Quattro giorni di politica, sport, musica, idee, dibattiti. 5/6/7/8 settembre. Vi aspettiamo!». Così la pagina Facebook di CasaPound Italia Verona lanciava già lo scorso 15 luglio il prossimo appuntamento per la festa nazionale del partito politico che, pare per l'appunto di capire, si dovrebbe svolgere nel capoluogo scaligero ad inizio settembre. Al momento non è dato esattamente sapere "dove" si svolgerà a Verona, mentre un paio di giorni fa è iniziato a circolare sui social il nuovo volantino dell'appuntamento con indicati i nomi delle band musicali che si dovrebbero esibire per l'occasione.

In queste ore, a prendere posizione sul tema è stato il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco: «Come ci hanno abituato anche formazioni analoghe di impresentabili, - spiega Bertucco in una nota - sebbene il programma sia già completo il volantino non riporta il luogo in cui si dovrebbe tenere l’evento. Agli uffici comunali ho dunque immediatamente inoltrato richiesta per sapere se siano giunte richieste al Comune di Verona; quale area sia stata individuata ed eventualmente assegnata a CasaPound; se vi sia patrocinio da parte del Comune di Verona; se siano previsti contributi da parte del Comune di Verona».

michele bertucco-2

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco

La notizia relativo all'evento "Direzione rivoluzione 2019" che si dovrebbe tenere in città, rappresenta secondo il consigliere comunale Michele Bertucco «un’ulteriore conferma di come il territorio veronese sia diventato una piazza appetibile alla destra più estrema. Per quanto riguarda il capoluogo, - aggiunge ancora polemicamente Michele Bertucco - sindaco e giunta non hanno mai fatto nulla di concreto per prendere le distanze da questi movimenti che calpestano non solo la Costituzione ma anche le leggi italiane».

Infine, l'appello del consigliere di Verona e sinistra in Comune rivolto all'amministrazione cittadina e non solo: «Chiediamo dunque a Comune e Provincia, - incalza Michele Bertucco - di non rendere le istituzioni locali veronesi complici dell’ennesimo sfoggio di orgoglio neofascista e di impedire a questi movimenti qualsiasi forma di agibilità politica sul territorio».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento