venerdì, 01 agosto 20℃

Blocco antismog: quest'anno si fermano anche i diesel Euro2

Tra le decisioni prese dal Tavolo Tecnico Zonale c'è l'allargamento della fascia di auto che non potranno circolare dal 15 ottobre al 14 dicembre e dal 7 gennaio al 17 maggio in alcune fasce orarie

La Redazione 19 settembre 2012

Oggi, in Loggia di Frà Giocondo il vice presidente e assessore all'Ambiente Fabio Venturi ha illustrato le decisioni prese dal T.T.Z. (Tavolo Tecnico Zonale). Alla seduta plenaria hanno partecipato i 98 Comuni della provincia, i rappresentanti delle ULSS e dell'ARPAV. Sono stati inoltre convocati i rappresentanti della Società Autostradale Brescia-Padova,  Autostrada del Brennero e  Aeroporto Catullo.

La riunione del Tavolo Tecnico Zonale, prevista dal Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell'Atmosfera, è stata convocata per definire le azioni antismog per l'inverno 2012/2013. Il blocco dei mezzi non catalitici entrerà in vigore dal 15 ottobre fino al 14 dicembre, e riprenderà il 7 gennaio fino al 17 maggio con l'interruzione delle vacanze di Natale come l'anno scorso. Il divieto di circolazione per i veicoli no-kat deve essere osservato dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17.  

A restare fermi saranno i seguenti veicoli: benzina Euro 0; diesel Euro 0, Euro 1 e Euro 2. La categoria Euro 2 è una novità rispetto all'anno scorso, quando invece restavano fermi solo i diesel Euro 0 e Euro 1. Quest'anno saranno quindi circa 75 mila i mezzi soggetti al blocco settimanale.

Il documento approvato oggi contiene anche il provvedimento per le giornate ecologiche che saranno sei, una al mese nel periodo da ottobre ad aprile ma senza obbligo di attuare il blocco totale del traffico. Sarà ogni singolo Comune a decidere come fare la sensibilizzazione ambientale e in quali giornate. L'unica data vincolante per tutti è il 14 aprile, domenica in cui si terrà “Benvenuta primavera” la manifestazione ideata dalla Provincia di Verona per promuovere comportamenti  di rispetto ambientale. Per quanto riguarda, infine, i mezzi agricoli verranno emesse dai sindaci le ordinanze per consentire la circolazione in deroga al blocco dei veicoli non catalitici.

Annuncio promozionale

“Nella lotta all'inquinamento atmosferico - dice l'assessore Venturi - abbiamo introdotto quest'anno alcune novità. Abbiamo allargato il numero dei veicoli soggetti al blocco, includendo anche i diesel Euro 2, ma nel contempo sono stati anche accorciati gli orari di divieto per consentire alla gente di andare e tornare dal lavoro. Queste decisioni ci consentono di mettere in campo le misure per la lotta allo smog senza penalizzare le famiglie e tantomeno costringerle a cambiare macchina. Per quanto riguarda, invece, le giornate ecologiche sono soddisfatto perché è una attività che oramai è entrata nelle abitudini dei sindaci, segno evidente che la sensibilizzazione ambientale è un tema che tocca tutti e non deve essere visto come un fastidioso obbligo. Proprio per questo abbiamo ritenuto meglio lasciare ad ogni singola zona la libertà di organizzarsi come meglio ritiene, l'importante è che si faccia una iniziativa al mese, di cui poi la Provincia avrà il resoconto. In questi tre anni, da quando abbiamo istituito 'Benevenuta primavera', sono stati molti i Comuni premiati per le attività di sensbilizzazione. La qualità dei progetti è in continua crescita”.   

Fabio Venturi
smog

Commenti