martedì, 23 settembre 12℃

Bertucco critica Tosi: "La sua amministrazione manca di trasparenza"

"Negare il referendum e la promiscuità tra chi ha finanziato la campagna elettorale di Tosi nel 2007 e chi ha vinto la gara non sono certo esempi di buona politica" dice il Pd

La Redazione 30 aprile 2012

Il Pd per la trasparenza. Il candidato sindaco per il centrosinistra Michele Bertucco, che riferendosi ancora al traforo rileva come chi ha amministrato fino a oggi il Comune si sia comportato in modo tutt’altro che trasparente: "Negare il referendum per sapere cosa ne pensa la gente e la promiscuità tra chi ha finanziato la campagna elettorale del sindaco nel 2007 e chi ha vinto la gara non sono certo un esempio di buona politica. Codice etico e trasparenza saranno invece gli elementi che caratterizzeranno la mia amministrazione per cercare di creare un nuovo rapporto fra i cittadini e coloro che essi eleggeranno a rappresentarli in Comune".

Sul tema degli appalti pubblici, e in particolare delle fiduciarie collegate alla realizzazione del traforo delle Torricelle, interviene il segretario del PD Vincenzo D’Arienzo, chiedendo una serie di delucidazioni: "Secondo quanto scrive il settimanale l’Espresso, Technital e Mazzi Costruzioni fanno capo a quattro società fiduciarie. Tutto perfettamente legale, ma nulla vieta di rendere noti i nomi degli investitori. Anzi, invitiamo le parti coinvolte a farlo".

Annuncio promozionale

"Grandi opere come quella del traforo rientrano nella Legge Obiettivo – ricorda D’Arienzo –, lo strumento che stabilisce procedure e modalità di finanziamento per la realizzazione delle infrastrutture strategiche fino al 2013, e come tale sottoposte al controllo del Gruppo interforze istituito presso la Prefettura, anche allo scopo di contrastare la criminalità organizzata".
 

Michele Bertucco
polemica

Commenti