Una nuova riforma delle Province, la chiedono tutti i Comuni veronesi

Tra i temi della proposta, l'attribuzione agli enti provinciali di personale e risorse per competenze come le scuole secondarie di secondo grado e la viabilità

Foto di repertorio

L'Assemblea dei Sindaci di Verona ha approvato all'unanimità una mozione a sostegno dell'Upi (Unione delle Province d’Italia) per una nuova riforma delle province che riconsegni agli enti funzioni e risorse per garantire i servizi ai cittadini. A votare positivamente tutti i 79 rappresentanti dei comuni presenti.

La mozione verrà trasmessa dall'Upi a Governo e Parlamento in vista della ripartenza del Tavolo per la Revisione del Testo Unico degli Enti Locali, prevista per domani, 6 agosto. Il tavolo vedrà la partecipazione di Governo e Upi, i quali dovranno tracciate le linee guida per la nuova riforma.

Tra i temi della proposta: far tornare le province organi elettivi di primo livello e attribuire loro nuovamente personale e risorse per competenze come le scuole secondarie di secondo grado e la viabilità provinciale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento