Ricercatori veronesi scoprono cellule anticancro: i complimenti di Luca Zaia

Dopo 4 anni di lavoro, la ricerca è stata ora pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Nature Communications ed è stata posta all’attenzione mondiale. “Un grande riconoscimento – afferma il presidente della Regione – per la nostra ricerca"

"Ancora un successo della ricerca sanitaria nelle Università italiane, ancora un successo di un’Università Veneta, ancora una volta una lampante dimostrazione che ricerca e ricercatori di livello internazionale sono un patrimonio reale del nostro veneto. Complimenti a prof. Marco Cascatella, e ai nostri bravissimi ricercatori under 30 Alessandra Micheletti, Federica Calzetti, Nicola Tamassia e Claudio Costantini".

Con queste parole il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia si complimenta con il team di ricerca dell’Università di Verona che, lavorando in sinergia con i colleghi di Brescia, ha scoperto nei linfonodi umani delle cellule che combattono il cancro. Dopo 4 anni di lavoro, la ricerca è stata ora pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Nature Communications ed è stata posta all’attenzione mondiale. “Un grande riconoscimento – aggiunge Zaia – per la nostra ricerca, per le capacità dei nostri giovani e per la preparazione degli scienziati che li accompagnano verso imprese come questa”. “Si tratta anche – conclude Zaia – di un’ulteriore dimostrazione di quanto sia corretto l’inserimento delle Università venete nella Top Five nazionale e di quali traguardi si possono raggiungere senza doversi spostare dal Veneto, terra di intelligenze e di genialità diffuse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento