mercoledì, 23 luglio 20℃

Telecamere su corsie preferenziali, ecco dove sono installate

Occhio agli occhi elettronici posti sopra alcune tratti delle corsie preferenziali di bus e taxi. Per i trasgressori è prevista una multa di 76 euro

La Redazione 12 giugno 2012

Alcune corsie preferenziali riservate a mezzi pubblici e taxi vengono abitualmente utilizzate da automobilisti e scooteristi in maniera irregolare, cosa che crea rallentamenti nella circolazione e ritardi negli orari di transito dei mezzi pubblici.

Per questo motivo sono state installate in città cinque telecamere a protezione delle corsie preferenziali di:

viale Piave: attivata il 3 maggio 2010
via Diaz - corso Castelvecchio: attivata il 1 giugno 2010
via San Paolo direzione centro: attivata il 13 settembre 2010
via San Paolo direzione periferia: attivata il 13 settembre 2010
Interrato dell'Acqua Morta, poco prima di via Carducci: attivata il 13 settembre 2010.
 

Al momento della violazione, le telecamere scattano un'immagine del transito. La foto può essere richiesta dall'interessato, il proprietario del veicolo al quale è stata inviato il verbale di contestazione.

Annuncio promozionale


L'immagine è anche disponibile sul portale dei servizi del comune di Verona. Il trasgressore può vedere la foto immediatamente e senza alcun costo: deve avere a disposizione il verbale notificato e deve poi inserire i dati richiesti (numero di targa del veicolo, data della violazione, numero del verbale). Inoltre, ciclomotori e motoveicoli possono circolare sulle corsie preferenziali dove questo è autorizzato (Ponte Navi e Interrato dell'Acqua Morta) indipendentemente dal loro numero di ruote.  Moto e ciclomotori possono transitare su tutte le corsie bus tranne su quella di viale Piave, dove vengono multati.

Quanto costa la multa per il transito sulle corsie bus? Percorrere le corsie riservate a taxi e mezzi pubblici senza averne titolo comporta una multa di 76,00 euro più le spese procedurali e di notifica.

telecamere

Commenti