Assegno di cura per anziani: chi ne ha diritto

Chi ha diritto all'assegno di cura secondo la normativa della Regione Veneto

immagine generica

Oggi, l'assegno di cura (base, badante, Alzheimer) ha acquisito la nuova denominazione di Impegnativa di Cura Domiciliare (ICD) e le modalità di assegnazione sono basate su graduatorie per gravità di bisogno assistenziale e tenendo conto della situazione economica familiare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cos'è l'assegno di cura per anziani

L'assegno di cura, un contributo economico riconosciuto alle persone non autosufficienti di ogni età col fine di sostenere la permanenza nel proprio domicilio. L'assistenza domiciliare, fornita in orario diurno attraverso interventi adeguati alla cura dell'anziano. Non è presente una normativa nazionale che disciplina l'assegno di cura, ma la regolamentazione è rilasciata alle singole regioni o giunte locali. La Regione Veneto, con la delibera della giunta n°1338/13 ha approvato la riprogrammazione delle prestazioni su domiciliarità e rinnovato le modalità di accesso ai contributi.

L'assegno di cura per anziani: come averne diritto 

  • Utenti con basso bisogno assistenziale (ICDb), verificato dalla rete dei servizi sociali e dal Medico di Medicina Generale, con ISEE familiare inferiore a 16.631,71€;
  • Utenti con medio bisogno assistenziale (ICDm), verificato dal Distretto Socio Sanitario, con presenza di demenze di tutti i tipi accompagnate da gravi disturbi comportamentali o con maggior bisogno assistenziale rilevabile dal profilo SVaMA,con ISEE familiare inferiore a 16.631,71€;
  • Utenti con alto bisogno assistenziale (ICDa), verificato dal Distretto Socio Sanitario, con disabilità gravissime e in condizione di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continua nelle 24 ore, con ISEE familiare inferiore a 60.000,00€;
  • Utenti con grave disabilità psichica e intellettiva (ICDp), già interventi di promozione dell’autonomia personale e di aiuto personale;
  • Utenti con grave disabilità fisico-motoria(ICDf) persone in età adulta, con capacità di autodeterminazione e grave disabilità fisico-motoria ed assorbe i progetti di Vita Indipendente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento