Verona, "lotta allo smog? Rottamiamo": la Regione stanzia due milione di euro per gli incentivi

Contributi di mille euro a ogni richiedente che abbia un veicolo con i requisiti previsti dal bando. In pratica potrebbero aderire tutti i proprietari con mezzi dai 9 anni in su. In Veneto sarebbero circa 1,5 milioni

Foto web

Fra le cause dell’inquinamento atmosferico il traffico stradale è fonte di emissioni inquinanti come le polveri sottili e gli ossidi di azoto. Per questo la Regione del Veneto ha promosso, nell’ambito del piano regionale di Tutela e risanamento dell’atmosfera, azioni specifiche mirate alla prevenzione e alla riduzione delle emissioni fra cui un bando per la rottamazione dei veicoli inquinanti e la loro sostituzione con automezzi a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione. Lo ha annunciato l’assessore regionale all’Ambiente, Maurizio Conte al termine della seduta di giunta. “Continuino a girare sulle nostre strade veicoli obsoleti – ha aggiunto Conte – e il contributo regionale è un incentivo per sostituire la vecchia auto con un mezzo meno inquinante e di certo più sicuro”.

Nel complesso la Regione stanzia 2 milioni di euro che saranno ripartiti in contributi di mille euro a ogni richiedente che abbia un veicolo con i requisiti previsti dal bando. Sono ammessi veicoli appartenenti alla categoria M1, destinati al trasporto di persone e alle classi emissive Euro 0 benzina o diesel ed Euro1, 2, 3 diesel. Sono inclusi i veicoli con doppia alimentazione benzina e metano o benzina GPL purché omologati nella classe emissiva Euro 0 benzina. In pratica tutti quei veicoli "anziani" dai 9 anni in poi, immatricolate fino al 31 dicembre del 2005. Si stima che in Veneto siano circa 1,5 milioni di mezzi, circa la metà.

LE MODALITA' - Il nuovo veicolo dovrà essere acquistato a decorrere dalla pubblicazione del bando fino al 31 marzo 2015 e deve appartenere alle categoria M1 con alimentazione bifuel e cilindrata non superiore a 2000 cc, ibrida con cilindrata non superiore a 2000 cc, a benzina con cilindrata non superiore a 1600 cc e appartenente alla classe Euro 5 o superiore, a benzina con cilindrata non superiore a 2000 cc e appartenente alla classe Euro 6. Le classi emissive sono state stabilite a partire dal 1991 dall’Unione Europea per ridurre l’inquinamento atmosferico anche attraverso le limitazioni delle emissioni degli autoveicoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento