Borsa di studio Fiorito e Frassanito. Premiati dieci studenti veronesi

La borsa di studio dal valore di 2 mila euro è il riconoscimento, approvato nel 2009, con cui il Comune ha voluto ricordare i due cittadini e con loro tutti i militari deceduti in missioni internazionali di pace

Immagine generica

A dieci studenti veronesi la borsa di studio in memoria del Capitano degli Alpini Manuel Fiorito, deceduto in Afghanistan, e del Sottotenente dei Carabinieri Enrico Frassanito, morto in un attentato in Iraq. Gli studenti, che hanno conseguito il diploma liceale con un punteggio non inferiore al 98 su 100, sono stati premiati in Gran Guardia dall’assessore alle Politiche giovanili Francesca Briani.
La borsa di studio dal valore di 2 mila euro è il riconoscimento, approvato nel 2009, con cui il Comune ha voluto ricordare i due cittadini e con loro tutti i militari deceduti in missioni internazionali di pace.
«L’iniziativa ha come obiettivo quello di riconoscere l’impegno e il merito individuale messo nello studio – afferma l‘assessore Briani – e rappresenta una possibilità di valorizzazione dei giovani talenti che sono il futuro della nostra società».
Per l’anno scolastico 2017/2018 sono stati premiati: del Liceo Maffei, diplomati con 100 e lode, Bianca Donati, Martina Pasqualini, Chiara Burato, Nicole Salato e Ruben Medici; dell’I.T.I.S. Ferraris, diplomati con 100 e lode, Ivan Carlini e Tommaso Carmagnani; del Liceo Scientifico Messedaglia, diplomata con 100 e lode, Camilla Bonesini; del Liceo Scientifico Fracastoro, diplomata con 100 e lode, Elisa Poli; del I.T.E.S. Pasoli, diplomata con 98 su 100, Federica Papa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buono libri scolastici: come richiederlo in Veneto

  • Gestire le emozioni: ecco la parola dell’esperto

  • ITS Red Academy: ultima chiamata per il nuovo anno accademico

  • ITS Academy Meccatronico Veneto: selezioni suppletive con occupabilitá vicina al 100%

  • Verona: arriva la quinta edizione di Kiduniversity

  • Aperte a Verona le iscrizioni ai corsi di Russo e Scuola Russica

Torna su
VeronaSera è in caricamento