Cosa (resta da) fare a Verona e provincia nel weekend dal 28 febbraio all'1 marzo 2020

Pattinare sul ghiaccio in piazza Bra? Altri tempi. L'Hellas la domenica? Gioca lunedì...

Pista di pattinaggio in piazza Bra a Verona nel 2017 - foto d'archivio

«Anno bisesto, anno funesto», dice qualcuno. Certo è che il weekend del 29 febbraio 2020 a Verona e provincia, così come in tutto il Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna, non verrà ricordato quale più felice e ricco di appuntamenti. È cosa infatti ormai nota che, oltre alle scuole, anche i teatri, cinema e più in generale quei luoghi che prevedono grandi assembramenti di persone, sono stati provvisoriamente costretti, in via precauzionale, a sospendere le loro attività per prevenire il dilagare del contagio del "nuovo coronavirus" in Italia. Che fare dunque in questo weekend di simil-quarantena? 

Coronavirus: informazioni, sintomi e come proteggersi dal contagio (e dall'allarmismo)

Un'idea ci viene dalla storia: il 28 febbraio del 1954 venne infatti messa in vendita la prima televisione a colori a New York, dunque perché non starsene tutto il giorno chiusi in casa a guardare la televisione? Il progetto onestamente appare però alquanto deprimente. Passiamo quindi oltre. Sempre il 28 febbraio, questa volta nel 1986, venne invece assassinato a Stoccolma il primo ministro svedese Olof Palme, un episodio clamoroso che sconvolse la Svezia. Chi non conoscesse il personaggio potrebbe sicuramente sfruttare questo weekend per approfondire la vicenda.

Per chi invece ambisce a qualche cosa di più che un semplice pomeriggio da trascorrere sul divano, ricordiamo che l'1 marzo del 1565 venne fondata dal cavaliere portoghese Estácio de Sá la città di Rio de Janeiro. Se non temete il jet lag, questo weekend potrebbe essere un'ottima circostanza per organizzare una bella fuga transoceanica e visitare la città brasiliana, senza ovviamente mancare di farsi un giretto sulle mitiche spiagge di Copacabana e Ipanema. Sempre l'1 marzo, questa volta nel 1872, venne poi istituito ufficialmente negli Stati Uniti d'America il Parco Nazionale di Yellowstone, altra ottima destinazione per una gitarella fuori dalle mura di Verona.

Per chi invece del mondo fuori proprio non vuol saperne nulla, allora la miglior cosa da fare è attendere l'1 marzo 2020 con il ritorno del tradizionale mercato "Verona Antiquaria", per una domenica tra prodotti vintage, modernariato, collezionismo, musica e tanto altro nel quartiere di San Zeno. Il lago di Garda e la Lessinia offrono poi naturalmente delle ottime alternative, molto più economiche e comode da raggiungere rispetto agli States ed al Brasile, per fare delle fantastiche gite ed escursioni, o anche delle piacevoli semplici passeggiate e riscoprire il gusto di stare in compagnia (rigorosamente ad almeno mezzo di metro di distanza...). 

Se volete segnalare un evento che si svolge nel territorio veronese cliccate qui

TEATRO

Si terrà venerdì 28 febbraio 2020online, lo spettacolo "Peste! Processo agli untori" promosso dal Teatro Satiro Off di Verona che in settimana lo ha annunciato così:

«In un momento di teatri chiusi, di psicosi irrazionali, di sospensione sociale, il Teatro Satiro Off vuole dare un segnale: di riflessione, di relazione, di confronto. E lo fa con la tecnologia che lo permette. Teatro chiuso? E noi facciamo la diretta streaming! Venerdì non mancate. E se credete nel teatro: sosteneteci!»

MOSTRE

L'1 marzo 1445 nacque a Firenze un certo Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi. Se la cosa non vi dice nulla, non preoccupatevi perché è abbastanza normale. Il signore di cui sopra è infatti meglio conosciuto e celebrato quale eccelso pittore in tutto il mondo sotto il nome di Sandro Botticelli. Qui di seguito ecco una breve lezione, tenuta da Caroline Campbell (The Jacob Rothschild Head of the Curatorial Department), sull'opera di Botticelli "Venere e Marte" (databile al 1482-1483 circa e conservata alla National Gallery di Londra) che vi potrà tenere compagnia durante questo weekend.

MUSICA

Il 29 febbraio 1972 nacque a Pesaro il celebre compositore Gioacchino Rossini, autore di opere tra le più famose e che spesso vengono rappresentate anche a Verona, come Il barbiere di SivigliaL'italiana in AlgeriLa gazza ladraLa CenerentolaIl Turco in ItaliaSemiramide e Guglielmo Tell. Una buona idea per il weekend potrebbe essere quella di trascorrerlo riascoltandosi tutte le creazioni immortali di Rossini.

Cambiando genere musicale, il 29 febbraio del 1948 nasceva invece Geoff Nicholls, tastierista e chitarrista dei Black Sabbath. Un buon motivo per andarsi a riascoltare durante il weekend l'intera discografia della band heavy metal britannica, ovviamente a partire dai due celebri dischi del 1970 Black Sabbath Paranoid.

CINEMA

Sempre per quanto riguarda il 29 febbraio è senz'altro da ricordare quello del 1940, quando l'attrice Hattie McDaniel vinse l'Oscar alla migliore attrice non protagonista per il ruolo di "Mami" nel celebre film Via col vento, diventando la prima donna afroamericana della storia a vincere un Premio Oscar. Un'idea per il weekend potrebbe dunque essere quella di vedere, o rivedere, il kolossal da 3 ore 53 minuti diretto nel 1939 da Victor Fleming e interpretato da Vivien Leigh e Clark Gable (lo trovate anche su Netflix).

Un'altra idea vintage ci viene invece dall'1 marzo 1978, quando la bara di Charlie Chaplin venne trafugata da un cimitero svizzero: in questo weekend fatevi un giretto sul canale ufficiale di Youtube dedicato a Charlie Chaplin e scoprirete dei veri tesori del cinema.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Last, but non least: «Facciamo girare l'economia»...

Vale ovviamente per tutti, ma se come appare evidente in queste ore il settore più colpito è quello del "turismo", un buon consiglio per il weekend, a chi può permetterselo, è di scegliere una pizzeria o un ristorante a caso di Verona e provincia e, vincendo un po' di paure irrazionali, andare a farsi un bella cenetta o un bel pranzetto fuori di casa. Laviamoci tutti sempre le mani, ma non rinunciamo ai piaceri della buona tavola (almeno fino a quando non sia un'ordinanza a vietarlo...).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento