Vinitaly and the city torna a Verona: tutti, ma proprio tutti gli eventi in programma

Vinitaly and the city torna a Verona dal 13 al 16 aprile 2018 in concomitanza con la 52^ edizione di Vinitaly a Veronafiere. Di seguito riportiamo il programma completo con tutti gli eventi in cartellone durante i quattro giorni dedicati al vino: 

IL PROGRAMMA COMPLETO

PIAZZA DEI SIGNORI( MAIN STAGE)

Venerdì 13 Aprile

ore 17.00

Inaugurazione: Main Stage Piazza dei Signori

ore 21.00

LADY DAY

con Gigliola Cinquetti, Valeria Benatti, Francesca Cheyenne, Veronica Marchi,  Massimilla di Serego Alighieri, Isabella Caserta, Angelica Peroni e Sole.

Lady Day, vuole offrire l’opportunità di celebrare le donne in modo intelligente e mirato grazie al coinvolgimento di Fondazione Famiglia Materna di Rovereto e una o più Associazione Onlus del territorio, che si battono per la lotta alla violenza che ogni anno rende vittime migliaia di donne e bambine in tutto il mondo. La Serata, oltre al prestigioso contributo artistico e umano che offriranno le Artiste coinvolte, sarà l’occasione per un confronto e una riflessione su quanto ancora occorre fare riguardo la Violenza di genere.

Lady Day vuole essere anche un punto di riflessione e d’incontro sulle condizioni attuali del mondo femminile. Da anni la nostra collaborazione con Enti e Associazioni dedite a curare e prevenire ogni violenza che inesorabilmente continuano a verificarsi in ambito familiare o per mano di persone care sta dando notevoli risultati anche per il coinvolgimento e la sensibilizzazione diretta del pubblico e della stampa. Durante la serata, le esibizioni delle Artiste, verranno intervallate da letture di testimonianze di donne che hanno subito violenza, verbale o fisica. Le Artiste che stanno aderendo a “Lady Day, sono accomunate dalla grande attenzione per i testi delle canzoni e sono apprezzate dalla stampa e da un nutrito e attento pubblico ovunque.

Gigliola Cinquetti

La voce di Gigliola Cinquetti viene amata sin da subito conquistando una popolarità immediata in tutto il Mondo. Tra i suoi ammiratori sono intervenuti a suo favore figure come Paul Anka, Maurice Chevalier, la grande Mina, tra gli altri. Vincitrice del Festival di San Remo, del Festival Eurovision e di Canzonissima - Gigliola Cinquetti continua da più di 50 anni a cavalcare vertici nel mondo dello spettacolo musicale. La sua canzone "Non ho l'età" ha significato un fenomeno sociale ed è una delle canzoni più richieste nella storia della musica italiana. Altre canzoni essenziali e conosciute sono: “Dio come ti amo” – “Alle porte del Sole” – “Chiamalo Amore” - “La Pioggia” - "Zero in Amore” e "Sì" (piazzandosi nella sua seconda partecipazione all’Eurovision al secondo posto con soli 6 punti di differenza dopo il gruppo storico degli “Abba”). Brano che ha cavalcato le classifiche del Regno Unito per oltre sei mesi. Gigliola Cinqetti dal 1963 ad oggi i suoi dischi sono stati pubblicati in 120 paesi del mondo, tra cui Austria, Spagna, Portogallo, Svizzera, Francia, Grecia, Turchia, Jugoslavia, Paesi Bassi, Regno Unito, Stati Uniti d'America, Brasile, Argentina, Messico, Perù, Uruguay. Consistono per il mercato italiano, in 21 album, di cui uno live, un EP, 53 singoli, e 18 raccolte, e 13 album, di cui uno live, e 16 raccolte per il mercato estero. L'artista è tra le poche cantanti italiane ad essere entrata nelle classifiche della Gran Bretagna.

Valeria Benatti

Valeria Benatti, voce storica di Rtl 102.5, giornalista, ha tra l’altro diretto l’incubatore di talenti della Rai Serra Creativa e condotto il talk show Fobie in prima serata su La7. È tra i soci fondatori di Make a Change, movimento per lo sviluppo dell’impresa sociale in Italia (www.makeachange.it). Scrittrice, è autrice di quattro libri tra cui, ultimo uscito, Gocce di Veleno, un libro duro, forte, sincero e necessario che Valeria Benatti dedica alle donne maltrattate “perché ritrovino la forza di alzare la testa e di abbandonare per sempre il loro Barbablù”.

Francesca Cheyenne

Francesca Cheyenne, all'anagrafe Francesca Roveda, (Verona, 28 gennaio 1971), è una conduttrice televisiva, conduttrice radiofonica, autrice televisiva, giornalista pubblicista italiana.Dopo aver conseguito il diploma in maturità classica, si laurea in lettere moderne presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Padova con una tesi dal titolo "L'archetipo del femminile nella drammaturgia di Frank Wedekind". Dal 1995 lavora come autrice, conduttrice ed inviata presso il canale musicale Match Music,[1], intraprendendo collaborazioni con altri network televisivi, tra cui Rai 2, dove conduce vari programmi, tra i quali "Onorevole Vee Jay-Fuori Camera", "My Compilation" e "Borderline", Rai 3 ed Odeon TV, sempre in qualità di autrice e conduttrice. Nel 2004 è coautrice ed interprete della piece teatrale Cyrano, se vi pare, di e con Massimo Fini, per la regia di Eduardo Fiorillo.[3] Dell'anno successivo è la pubblicazione dell'omonimo libro firmato insieme a Massimo Fini ed Eduardo Fiorillo. Dal 2005 è speaker per il network radiofonico nazionale RTL 102.5. Dal 2007 è giornalista pubblicista. Del 2014 è la pubblicazione del suo secondo libro, scritto con il collega Michele Michelazzo, intitolato "MM, storia di una gioiosa anarchia televisiva".

Veronica Marchi 

Classe 1982, Veronica Marchi nasce a Verona, l’ultimo giorno dell’anno, all’una di notte. Inizia a cantare all’età di quattro anni, studia pianoforte classico e a nove anni scrive la sua prima canzone. Da lì non si è più fermata. Nel giugno 2014, dopo una fortunata campagna di raccolta fondi su Musicraiser, Veronica pubblica il suo primo album da interprete, intitolato “coVer”, un disco che racchiude 16 anni di live in acustico, in solitaria, in perenne ricerca. Nell’ottobre del 2014 è in tour in Repubblica Ceca e Polonia, per un tour “visibile” su tutti i maggiori social network, con il supporto dell’agenzia Pensiero Visibile e Dijon (per Italiart Festival) nella primavera del 2015.Sempre nel 2015 ha co/prodotto e scritto i brani dell'Ep d'esordio di Sole (con Fabio Campedelli - Wea) raggiungendo i Bootcamp di XFactor#9.

Massimilla di Serego Alighieri 

Rappresenta la ventunesima generazione dei discendenti del “sommo poeta” Dante Alighieri, autore della Divina Commedia e “inventore” della lingua italiana. Vive con la famiglia a Gargagnago, nelle Possessioni Serego Alighieri, da più di sei secoli il punto di riferimento per la cultura agricola e vitivinicola veronese. Dopo qualche anno nel reparto commerciale di Masi è entrata a far parte del team di pubbliche relazioni. È socia delle Donne del Vino, associazione nata nel 1988 che conta più di 750 socie in tutta Italia che rappresenta in occasione del Lady Day a Vinitaly and the City.

Isabella Caserta

Dopo la maturità classica, ha conseguito il diploma in dizione e recitazione presso l’Accademia d'Arte Drammatica. E' stata allieva di Giorgio Albertazzi Ha collaborato per molti anni con il Centro Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale di Roma e con varie Università europee e americane. Ha lavorato come attrice al Café La Mama di New York, Piccolo Teatro di Milano, Teatro Stabile di Catania, Teatro Argentina di Roma, Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa etc. a fianco di attori come Valeria Moriconi, Anna Proclemer, Giorgio Albertazzi, Arnoldo Foà, Paolo Graziosi, Gabriele Ferzetti, Aldo Busi, Raf Vallone, Aldo Reggiani, Mariano Rigillo, Piera degli Esposti etc. e con registi come Ellen Stewart, Lamberto Puggelli, Mario Missiroli, Walter Manfré, Lindsay Kemp etc. Ha partecipato a vari film tra cui “Fango e Gloria” (Rai 1) e “Bellezza Orsini” (Rete 4). Ha la direzione artistica del Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio. E' ideatrice dei progetti attualmente in corso presso il Teatro Scientifico Femminiletrapassatopresente, #amorlietomalatonegato e del Festival Non c'è differenza.

Angelica Peroni

Angelica Peroni, in arte ''NG'' : classe 1994, è una cantante veronese presente nella scena musicale del luogo da quando aveva 14 anni. I primi passi sono stati mossi con il duo acustico "La Blame", e successivamente NG ha potuto mettere alla prova le sue capacità sonore e farsi apprezzare dai vari locali dove ha performato con il penultimo progetto pop/elettronico "Diamonds Trio". La Soul music e l'R'n'B contemporaneo sono nel suo sangue da sempre, ed é in queste vesti che continua il suo percorso che arricchisce con varie collaborazioni. In arrivo un nuovo progetto Neo Soul che la giovane artista descrive come la sua 'migliore creazione'.

Sole

Sole è una cantante veronese classe 1992. Nasce artisticamente da piccolissima, sotto l'influenza del padre musicista. Ha studiato pianoforte per qualche anno, la chitarra la impara da sola, mentre per il canto segue un percorso di studi di canto moderno con Veronica Marchi. A 16 anni vive un'esperienza importante, si trasferisce per un anno a Washington DC, dove arricchisce il suo bagaglio culturale e artistico. E' studentessa di lettere moderne, e da due anni fa coppia fissa con il chitarrista Fabio Lonardoni, formando insieme un duo acustico dalle sonorità pop e soul. É stata cantante di una blues band, i Fog Eaters, con la quale ha fatto esperienze nei vari festival blues italiani. Nel 2013 incontra l'autore/musicista/produttore Fabio Campedelli, con il quale inizia una collaborazione che porterà alla pubblicazione del suo primo Ep di brani originali, scritti a quattro mani dallo stesso Fabio e dalla cantautrice (già sua vocal coach) Veronica Marchi. Nel 2015 partecipa ad XFactor arrivando sul palco dei BootCamp, posizionandosi tra le prime 12 della categoria Under Donne capitanata da Skin, frontwoman degli Skunk Anansie. Il primo album di inediti "As I Am" esce il 27 marzo 2018.

Sabato 14 Aprile

ore 21.00

SOUL SYSTEM

I Soul System partecipano e vincono la decima edizione di X Factor. La band fece parte della squadra di Alvaro Soler. Il gruppo partecipa inoltre alla terza serata delle cover di Sanremo 2017 accompagnando il cantante in gara Sergio Sylvestre e cantando la canzone La pelle nera di Nino Ferrer. Il loro primo album di inediti. “Back to the future”, uscito venerdì 8 settembre, racchiude tutta la loro essenza. Umana prima ancora che musicale. Il titolo è una

ore 22.00

LA DISCOTECA NAZIONALE DI RTL

con Angelo Baiguini e dj Fabio Romano
E’ un programma radiofonico, in onda il sabato notte da mezzanotte all'una su RTL 102.5 La musica è di carattere dance, house, commerciale e, più in generale, simile a quella di una discoteca.

Angelo Baiguini è il direttore artistico di RTL 102.5, conduttore radiofonico e conduttore televisivo italiano, voce storica dell’emittente. Fabio Romano è un dj/produce italiano dell’emittente radiofonica RTL 102.5.

Domenica 15 Aprile

ore 21.00

IL VENETO SI RACCONTA talk show

con Massimo Bubola, Roberto Puliero, Damiano Tommasi, Davide Rampello, Roberto Giacobbo, Mauro Lorenzon, Luciano Ferraro e l’accompagnamento musicale della Contrada Lorì

Domenica sera, Il Veneto si Racconta, un grande talkshow all’italiana con eccellenze dello sport, del giornalismo, della televisione, del teatro, della musica e della cucina, tra cui il cantautore e autore di alcuni dei brani più belli e significativi della musica italiana, Massimo Bubola, parlerà di Veneto attraverso musica, letteratura, arte e poesia, l’attore Roberto Puliero, noto per il suo talento tutto dialettale e caricaturale, per parlar di Veneto attraverso il teatro, il calciatore Damiano Tommasi, noto per il suo fair play, Davide Rampello, noto regista ed autore televisivo, che dalla sua famosa rubrica per Striscia la Notizia "Paesi, paesaggi..." dedicata alle eccellenze paesaggistiche e alimentari dell'Italia parlerà di Veneto in chiave gourmet. E poi il giornalista, conduttore televisivo, autore televisivo e scrittore italiano,  Roberto Giacobbo, volto noto e voce coinvolgente di Voyager, per raccontare la storia appassionante del territorio Veneto, Mauro Lorenzon, direttamente da La Mascareta di Venezia, l’eclettico e pioniere in Italia della enoiteca, l’ osteria ittica, noto per i suoi menù e per un talento del tutto fuori dal comune. E infine il giornalista, Luciano Ferraro, capo redattore centrale del Corriere della Sera e curatore del blog DiVini, autore di alcune guide alle enoteche d’Italia, parlerà di vino e Veneto. Tutto lo show avrà l’accompagnamento musicale della Contrada Lorì, una compagnia musicale nata dal profumo di un Valpolicella vero, con una musica che ha lo stesso sapore del vino e che è: tradizionale, locale, stagionale e senza artifici. Il progetto si chiama Contrada Lorì, perché nasce in una piccola contrada sulle sponde del Lorì (il torrente di Avesa, alle porte di Verona).

Massimo Bubola

Massimo Bubola, cantautore di culto e tra i più significativi d'Italia, è una figura centrale nella scena musicale del nostro paese. Negli oltre trent'anni della sua carriera, ha composto venti album e scritto più di 300 brani. Già alla fine degli anni '70 Bubola trasfonde nelle sue canzoni la potenza del linguaggio del rock, senza rinunciare a una poetica che si abbevera, oltre che alla poesia contemporanea, alla tradizione della musica popolare e della canzone d'autore italiana. Miscelando questi elementi arriva a maturare una formula musicale ricca di suggestioni letterarie che è stata definita dalla critica "rock d'autore". Non è un caso che gli unici album di folk-rock di Fabrizio De Andrè: "Rimini" e "L'indiano",derivino dal decisivo contributo creativo di Massimo Bubola al cantautore genovese, con cui, infatti, firma musica e testi di tutti i brani dei due album sopracitati. Ma il poeta e musicista veronese, continua a sviluppare un percorso personale che lo porterà alla creazione di un'epica musicale attraverso i sui ritratti in canzone di personaggi storici come Garibaldi, Camicie Rosse e Uruguay, Tina per la grande fotografa Tina Modotti, Dino Campana dedicata allo sfortunato poeta di Marradi e altri personaggi come sullo scrittore russo Dostoevskij in Dostoevskij, Annie Hannah su Anna Frank, Eurialo e Niso suoi due soldati dell'Eneide trasposti nella Resistenza, Fiume Sand Creek sull'epopea dei nativi americani, Una storia sbagliata sulla morte di Pier Paolo Pasolini e Don Raffaè di nuovo con Fabrizio sul rapporto tra Stato e Camorra, Son Passator Cortese sul mitico brigante romagnolo dell'800. Questa epopea rock, figlia delle tradizioni italiane, costituisce la spina dorsale della New Italian Epic di cui Massimo può definirsi a buon titolo il capostipite. Ha scritto inoltre molte canzoni portate al successo anche da varie interpreti, fra cui ricordiamo “Il cielo d'Irlanda”, resa popolare da Fiorella Mannoia.

Roberto Puliero

Roberto Puliero, attore e autore teatrale, satirico e umoristico, insegnante in pensione di Lettere (“specializzato in greco” sottolinea), giornalista, icona della veronesità - è un uomo che, per dirla alla Giorgio Gaber, “ha coniugato l'alto con il basso”, la cultura, l'insegnamento e il teatro con il calcio, contaminandosi con quello che gli intellettuali generalmente snobbano. Puliero, inoltre, è stato per i veronesi lo storico radiocronista del Verona dal 1977 al 2013 e poi nel 2015-16.

Damiano Tommasi

Damiano Tommasi è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori. Tommasi è stato uno dei centrocampisti di riferimento della Roma tra la fine degli anni novanta e l'inizio degli anni duemila. Con i giallorossi vinse uno scudetto e una Supercoppa Italiana. Conta 25 presenze e 1 gol con la Nazionale italiana, con cui ha partecipato al Campionato mondiale di calcio 2002, conclusosi per gli azzurri agli ottavi di finale. Da sempre impegnato e rinconosciuto per lealtà, correttezza, impegno sociale e lotta al doping. Nel 2001 ha ricevuto il premio nazionale "Altropallone" per il suo impegno sociale.el luglio 2015 viene inserito nella hall of fame dell'As Roma.

Davide Rampello

Davide Rampello è un regista televisivo e direttore artistico italiano.Ha iniziato la sua attività di regista televisivo a metà degli anni settanta a Telealtomilanese .A partire dalla fine degli anni settanta è alla regia di importanti programmi televisivi: prima in Rai e successivamente in Fininvest. Ha ricoperto la carica di direttore artistico di Canale 5 e di direttore della società Grandi Eventi, responsabile della comunicazione e della ricerca e sviluppo del Gruppo Fininvest. Dagli anni novanta è tornato all'originale passione per l'arte e la direzione artistica di spettacoli teatrali. Nei primi anni 2000 entra nel consiglio di amministrazione della Triennale di Milano e nel 2003 ne diventa presidente. Nel 2010 e nel 2012 è stato Direttore artistico di Florens (Biennale Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali) nelle edizioni 2010 e 2012. Una settimana internazionale dedicata ai beni culturali e ambientali che affronta il tema “CULTURA, QUALITÀ DELLA VITA”, elaborato da una Direzione Culturale di docenti di chiara fama delle università di Firenze, Torino e Roma. Da ottobre 2010 è Direttore artistico del Carnevale di Venezia, di cui ha curato le edizioni dal 2011 al 2015. Dal 2012 per Expo Milano 2015 è curatore del Padiglione Zero e dal 2013 curatore del Palinsesto eventi. Da ottobre 2013 cura una rubrica per Striscia la notizia dal titolo "Paesi, paesaggi..." dedicata alle eccellenze paesaggistiche e alimentari dell'Italia.

Roberto Giacobbo

Roberto Giacobbo è un giornalista, conduttore televisivo, autore televisivo e scrittore italiano. È stato docente di Teoria e tecnica dei nuovi media alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Ferrara. Di origini venete, Giacobbo ha trascorso gli anni dell'infanzia e dell'adolescenza (dal 1961 al 1975) a Bassano del Grappa, città natale del padre. Inizia a lavorare come autore radiofonico nel 1984, per Radio Dimensione Suono (RDS).Negli anni Novanta si dedica alla televisione, firmando vari programmi come autore. Nel 1997 inizia ad occuparsi per la televisione di argomenti relativi al mistero, un genere che lo renderà negli anni successivi conosciuto al grande pubblico. In quell'anno, sempre come autore, scrive la nuova serie di Misteri per Rai 2, condotta da Lorenza Foschini. Nello stesso anno realizza Numero Zero (Rai 3), lo speciale Dario Fo - un giullare alla corte del Nobel (Rai 3). Nel 1998-1999 è autore e caporedattore del programma L'emozione della vita di Rete 4, in collaborazione con la BBC. Nella stagione 1999-2000 realizza La macchina del tempo, (Rete 4), condotto da Alessandro Cecchi Paone, vincitore nel 2000 del Telegatto e del Premio Oscar TV della Rai. Dal 20 maggio 2003 ritorna in Rai, come autore e conduttore di Voyager su Rai 2, trasmissione su fatti misteriosi, storici e archeologici.

Mauro Lorenzon

Direttamente da La Mascareta di Venezia, l’oste per eccellenza, Mauro Lorenzon è l’eclettico e pioniere in Italia ideatore della enoiteca, l’osteria ittica, noto per i suoi menù e per un talento del tutto fuori dal comune. “Alla Mascareta se entri da ateo del vino esci da credente” scrive Andrea Toniolo. “In pieno possesso di quella goliardia veneta che caratterizza la regione, Lorenzon scherza, canta, fa assaggiare i suoi vini, li spiega, passando da un tavolo all’altro come un vero oste deve fare. Il cibo è ottimo, il vino superlativo, ma ciò che ha lasciato tutti senza parole è l’ospitalità, quell’ospitalità data dalla passione per il proprio mestiere, per quello che, guardando Lorenzon, più che un lavoro sembra una vocazione. ”.Si considera “un missionario dell’accoglienza ed un putto baccante, mi stanno a cuore tutte le realtà enoiche, piccole e sperdute nello stivale, i vini da vitigni di un Bacco minore, artigiani del cibo che ti fanno ritrovare gusti perduti e ti riempiono il cuore di gioia e piacere!”

Luciano Ferraro

Luciano Ferraro, classe 1959, capo redattore centrale del Corriere della Sera e curatore del blog DiVini. Da Veronelli, negli anni Ottanta, ha imparato che dietro a ogni vignaiolo c’è una storia da raccontare. Autore di alcune guide alle enoteche d’Italia, ai tempi in cui non esistevano i wine bar. Il Comitato Grandi Cru d’Italia lo ha premiato come miglior giornalista italiano, ha vinto il Premio Casato Prime Donne, il Premio 5 Stelle al giornalismo e il Premio Miglior Comunicatore del Vino Carpenè Malvolti. Nel 2015, con Wine Spectator, ha pubblicato la guida I migliori 100 vini d’Italia in occasione di OperaWine al Vinitaly e ha ricevuto il Premio Targa d’Oro di Assoenologi.

Contrada Lorì

Musiche e canzoni popolari in dialetto veronese. La Contrada Lorì cerca di raccontare, attraverso favole e storie, l'appartenenza a un mondo che guarda all'avvenire, ma che ha un cuore antico. Tutto è iniziato nel 2012, in una nebbiosa giornata invernale, quando Roberto Rizzini, già autore, cantautore, musicoterapeuta, ma soprattutto co-proprietario di una rinomata osteria veronese, ha raccolto nella sua casa nell’ameno borgo di Avesa alcuni amici, come lui appassionati di cibo, di vino e di musica: un cuoco-filosofo contrabbassista, un medico violoncellista, un giurista cantante, un musicoltore mandolinista, un educatore fisarmonicista ed un giurista chitarrista. Da questa genuina unione di amanti del canto e del vino è iniziata un'avventura che ha attraversato tutte le piazze e le osterie di Verona e provincia, un progetto artistico libero e genuino in continua espansione.

Lunedì 16 Aprile

ore 21.00

MARCO “FURIO” FORIERI

30 ANNI DAI PITURA FRESKA AGLI SKA-J

Furio, nome d’arte di Marco Forieri, nasce a Venezia il 3 ottobre 1962. Studia il sassofono con Gianantonio De Vincenzo e Marco Castelli. Si interessa alla musica alla fine degli anni ‘70 suonando in vari gruppi, spaziando tra diversi generi musicali, dal jazz-rock al punk allo ska-reggae. Dopo alcune esperienze in gruppi che propongono musica demenziale in lingua veneziana, entra nel gruppo reggae Pitura Freska. Con l'indimenticata reggae band veneziana è coautore di alcuni tra i loro più famosi brani come “Picinin”, “Crudele”, “Papa Nero” e molti altri. Tappe essenziali dei Pitura Freska: un disco di platino e tre dischi d’oro, una Targa Tenco nel 1993, Festivalbar con il brano Crudele e Festival di Sanremo con il brano Papa Nero. Dopo lo scioglimento dei Pitura Freska, nel 2002 fonda il gruppo Ska-Jazz Ska-J con il quale inciderà 12 cd in 14 anni. Con gli Ska-J è ospite da Serena Dandini a “Parla Con Me” e da Luca Barbarossa al Rai2 Social Club. Negli ultimi anni suona con la North East Ska Jazz Orchestra ed il gruppo acustico Gli Stellari. Ha collaborato come autore ed editore con Orchestra Casadei, Banda Osiris, Gianluca Ballarin, Skardy, Catarrhal Noise, Rumatera e molti altri.

CORTILE MERCATO VECCHIO

Venerdì 13 aprile

Sorsi D’Autore - ore 18:30
Incontro con Marco Bianchi presenta il libro “cucinare è un atto d’amore”.

Marco Bianchi è un divulgatore scientifico, cuoco e personaggio televisivo italiano. Da anni al fianco di scientifico di Umberto Veronesi, è noto per i suoi libri e per le sue apparizioni televisive come cuoco al fine di promuovere un’alimentazione gustosa, ma corretta, unita ad uno stile di vita salutare. Modera la scrittrice Federica Augusta Rossi.

Sabato 14 Aprile

Lettere DiVino - ore 16.00
Caudio Ferlan - "Sbornie sacre sbornie profane"

Claudio Ferlan è ricercatore presso l’Istituto storico italo-germanico della Fondazione Bruno Kessler.  Si definisce storico della religione e del cibo. In occasione di Vinitaly and the City presenterà il suo nuovo libro che ripercorre la storie delle sbornie tra sacro e profano con un occhio di riguardo verso le narrazioni di grandi storie vissute in Veneto.

Lettere DiVino - ore 19.00
Maurizio Patrelli - Vini e Vinili - 33 Giri di Rosso
Una guida all'ascolto di alcuni dei più grandi classici del rock d'autore abbinati a una collezione di vini rossi, altrettanto d'autore, prodotti con genio e poesia dalle piccole grandi aziende del nostro paese. Una meditata selezione, universale come finiscono per essere tutte le scelte rigorosamente personali, di album che sembrano nati per morire in un bicchiere di rosso, da consumare senza alcuna fretta, con lenta passione. Un gioco fra orecchio e palato che permette di raccontare con parole nuove e inedite alcuni gioielli del patrimonio musicale internazionale e della tradizione enologica italiana. Un viaggio sentimentale nelle terre del vino, partendo dalla Valpolicella, e della musica, alla ricerca di inaspettate sintonie.

Domenica 15 Aprile

Lettere DiVino - ore 17.15
Cinzia Benzi – Vino: Femminile plurale - I racconti delle donne del vino

Una tavola rotonda con ospite le protagoniste del libro, donne che fanno la storia del vino oggi in Veneto, in Italia e nel mondo. Il mondo del vino nell'ultimo decennio si è evoluto a una velocità vertiginosa, conquistando mercati sconosciuti grazie a una forte spinta creativa e a una nuova visione che hanno fatto saltare tanti luoghi comuni. A guidare questo nuovo Rinascimento del vino, tante donne che, dopo anni di lavoro e impegno, sono riuscite a farsi largo in un mondo presidiato da uomini, affermandosi sul panorama nazionale e internazionale. Dagli inizi non sempre semplici fino ai riconoscimenti mondiali, Cinzia Benzi narra con empatia, acume, delicatezza e ironia i percorsi di vita di queste donne tenaci e coraggiose: enologhe, responsabili commerciali e della comunicazione o proprietarie factotum delle loro aziende, sono loro che portano nuovi valori e nuovi stili in uno dei settori più interessanti del life style italiano. Le idee, i progetti, gli aneddoti si susseguono dipingendo un quadro vivace: dalla Francia al Veneto, al  Piemonte, alla Sicilia scopriamo l'universo di queste donne che lavorano con passione fra vitigni, cantine prestigiose, laboratori, incarnando il nuovo linguaggio del vino.

Sorsi D’Autore - ore 18:00
Incontro con Oscar Farinetti & Andrea Segre

Oscar Farinetti  è un imprenditore e dirigente d’azienda italiano fondatore della catena Eataly assieme a Andrea Segre è un agronomo ed economista italiano, professore di politica agraria internazionale e comparata presso l’Università di Bologna dialogano con il il noto giornalista Luca Telese.

Lettere Divino - ore 19.30

Maurizio Patrelli - Vini e Vinili - 45 Giri di Bianco

Dopo 33 giri di rosso secondo incontro con Maurizio Pretelli e il secondo volume del suo viaggio viaggio in compagnia della musica e del vino d’autore. Se il precedente cera nato all’insegna della lentezza e della meditazione, in questo caso l’approccio è molto più immediato, mosso dall’energia del rock: quarantacinque anni di musica attraverso le canzoni simbolo di ciascun anno. Non necessariamente le più vendute, ma certamente quelle che non si possono dimenticare, così come le quarantacinque etichette di piccoli vignaioli che ne guidano l’ascolto con un buon bicchiere di bianco. Si parte dal London Calling dei Clash e la Garganega di Angiolino Maule di Montebello Vicentino, per continuare con Revolution dei Beatles e il Moscato di Ezio Cerruti, That Joke Isn’t Funny Anymore degli Smith e il Grillo di Marilena Barbera, Man on the Moon dei Rem e il Catarratto di Francesco Guccione: sono solo alcuni assaggi di un nuovo percorso di abbinamenti tra vignaioli e rocker, alla ricerca di (in)sospettabili armonie

Sorsi D’Autore - ore 20:30
Incontro con Gianmarco Tognazzi

Gianmarco Tognazzi è noto attore italiano figlio dell’altrettanto conosciuto Ugo Tognazzi, grande appassionato di vino dialoga con la giornalista televisiva Cinzia Tani.

Sorsi D’Autore – Vinitaly and the City Special avrà luogo in Cortile Mercato Vecchio, centro nevralgico di Verona, sede esclusiva e storica che da sempre esercita a livello nazionale e internazionale, forte attrattiva e evidente vocazione imprenditoriale, letteraria e culturale.
Sorsi d’Autore nasce nel 1999 per iniziativa di Fondazione Aida nell’intento di unire la cultura artstica, letteraria e musicale alla cultura enogastronomica del Veneto. Il concept della manifestazione prende spunto dalla consuetudine dei produttori vi vinicoli che, unite alle peculiarità territoriali del Veneto permettono di vantare una straordinaria varietà di vini.

Lunedì 16 Aprile

Lettere DiVino - ore 18.30
Andrea Mattacheo “A tavola, storie di cibi e di vini”

In collaborazione con Fondazione Aida

Carlo Goldoni, nelle sue opere dedica spazio e attenzione alla cultura del cibo, dando ad esso significati e caratterizzazioni strettamente connesse ai suoi personaggi, raccontando anche attraverso esse aspetti e differenze della società veneta del tempo. Per celebrare questo aspetto importante così caro al grande commediografo veneziano per Racconto diVino a Vinitaly and the City si propone un incontro tra letteratura e teatro con Andrea Mattacheo e un attore in scena per interpretare grandi passaggi della letteratura ambientati a tavola.  A tavola ci si siede per mangiare. A tavola pero può capitare anche di innamorarsi o di litigare. Di rivelare a qualcuno i nostri segreti più intimi. E di trovare conforto. Il profumo di un dolce, ci ha insegnato Marcel Proust, può aprire la porta del mondo dei ricordi. E di fronte a una bottiglia di vino, abbiamo visto con Hemingway, spesso si dice la verità . Chiunque scriva sa bene che molte delle cose davvero importanti nelle nostre vite spesso accadono mentre ci stanno servendo un piatto, o quando una teglia esce fumante dal forno. Lo sanno bene soprattutto i grandi autori che riempiono queste pagine: venti racconti che compongono un menù letterario vario e raffinato, che soddisferà le esigenze di ogni palato affamato di storie.

RTL DIGITAL ROOM

Venerdì 13 aprile

GoTo Science - ore 19:30
Dioniso e il vino greco
Prof. Andrea Rodighiero

Sabato 14 Aprile

GoTo Science - ore 11:30
Odori di Vino
Prof. Maurizio Ugliano

Lettere DiVino - ore 12.30
Shakespeare’s Wine Graphic Novel
Mattia Calgalli, Davide Bozza

GoTo Science -ore 15.30
Gli attori invisibili del terroir

Prof.ssa Giovanna Felis

Lettere DiVino - ore 16.30
Caffè Italia -  Johanna Ekmark

Caffè Italia è una collana stampata ad arte che celebra la spina dorsale d’Italia. Attraverso bellissime  fotografie, accompagnate da testi in inglese, raccoglie il paese intero e ne distilla l’essenza. Porta il lettore in un viaggio di scoperta e riscoperta, ispira meraviglia e svela lo straordinario ed irripetibile.

Caffè Italia è nata per amore verso le storie che racconta. La sua fondatrice - la fotografa Johanna Ekmark, svedese naturalizzata italiana - è un’attenta e partecipe esploratrice di questo poliedrico paese che ama captare. Per la stampa di Caffè Italia Johanna collabora con la prestigiosa tipografia Trifolio srl di Verona ed il risultato sono volumi fotografici di eccezionale qualità.  Fra i racconti di Il Numero Due ci sono quattro storie di vignaioli; coloro che non solo producono vino ma coltivano personalmente la propria terra. Scoprite di più su www.caffeitalia.se.

GoTo Science - ore 17.30

Archeologia del vino

Prof.ssa Patrizia Basso, Diana Dobreva e Fabio Saggioro

ore 18:30

L’uomo Senza Tonno

Incontro con Marco Giarratana [Sorsi D’Autore Digital]

Chef a domicilio e autore del blog L’Uomo senza Tonno, Marco Giarratana è autore del libro “Romanzo con angolo cottura”.  Modera l’incontro Tiziana Cavallo, giornalista ed esperta di comunicazione digital.

Domenica 15 aprile

GoTo Science - ore 11:30
Quanto siamo disposti a pagare per un calice di rosè?

Prof.ssa Bazzani

Lettere DiVino - ore 12.30

Patrizia Passerini - Ritrovare un paese per viti e vitigni

Un viaggio che parte dal Veneto alla riscoperta dell’Italia attraverso i suo vigneti.

Prima ancora del vino c’è la bellezza di un vigneto al tramonto, attorniato dalla luce calda alla quale sono esposti i pendii. ci sono vigne circondate da boschi, da viali alberati che cingono borghi, accanto a resti di città perdute o ad antiche abbazie, alle pendici di un vulcano o a picco sul mare: tanto variegati sono i territori del vino italiani. l’itinerario si snoda da Sud a nord della penisola, seguendo i vitigni più antichi, autoctoni o quasi, che sono giunti nelle nostre terre lungoile direttrici dei coloni greci e degli etruschi, amorevolmente di usi poi dai romani o successivamente importati dai Veneziani da quella culla del vino che sono state e regioni caucasiche e mediorientali. Dall’antico Biblino 
di Siracusa all’aglianico o alla Falanghina, dal Montepulciano al Sangiovese, dal Verdicchio al teroldego, dalla ribolla al Baro-
o al Barbaresco sarà non solo un degustare viaggiando ma anche un viaggiare gustando una storia plurimillenaria. Patrizia Passerini lavora in una delle maggiori aziende di e-commerce di vino a livello nazionale. organizza progetti ed eventi sulla storia e cultura del vino (diVinoinopera al teatro comunale di Bologna, casa Stradivari a cremona).

GoTo Science - ore 15.30
Appassimento: natura morta o still life
Prof. Givanni Battista Tornielli

Vinitaly and The City: sicurezza e divertimento -  ore 16.30
Con Alberto Conti di Goldplast e Fabio Fila di Doc Servizi

GoTo Science - ore 17.00
Dialogo tra un ricercatore ed una bottiglia di Amarone
Prof. Claudio Baccarani

GoTo Science - ore 18.30
Il vino nel medioevo: consumo e commercio
Prof. Gian Maria Varanini

Wine On The Rocks – ore 19.30

A cura di Ass. Biancarosa

Barman di fama riprodurranno alcuni dei cocktail più famosi e altri ideati ad hoc per l’occasione utilizzando il vino come unica componente alcolica.

Lunedì 16 Aprile

GoTo Science - ore 19.00
Il nome fa mercato: La lingua a servizio del produttore

Prof.ssa Paola Cotticelli

LOGGIA ANTICA - MASTERCLASS

Venerdì 13 Aprile

22.00 – 23.00: VINI VERONA WINE TOP Masterclass

Dalle sponde orientali del Lago di Garda sino alla napoleonica Arcole: una sopraffina degustazione dedicata alle eccellenze del territorio enologico Veronese.

Sabato 14 Aprile

14.30 – 15.30: VINI VERONA WINE TOP Masterclass

Dalle sponde orientali del Lago di Garda sino alla napoleonica Arcole: una sopraffina degustazione per gli amanti dell’enologia Veronese.

16.00 – 17.00: Masterclass: Metodo Classico Italiano, “BOLLICINE DI MONTAGNA”

La inestimabile varietà di terroir del Trentino definisce i caratteri delle migliori bollicine italiane: quelle di terra fredda, le bollicine di Montagna. Aziende in degustazione: Letrari , Maso Poli, Villa Corniole, Pisoni, Mas dei chini

17.30 – 18.30: Masterclass: L’eleganza nel calice: IL GRANDE PINOT NERO ITALIANO

Vantante radici nobili e remotissime, il Pinot Nero è il vitigno elegante, fine e di charme per antonomasia. Approfondire le più prestigiose realtà, scoprirle insieme ai produttori ed imparare a degustare l’eleganza nel calice. Con Martin Foradori di Hofstatter, Francesco e Filippo Motta di Maso Thaler e Guenther Pertoll di Laimburg

19.00 – 20.00: Masterclass: MY NAME IS BARBERA

Freschissima, profumata e morbida: la Barbera è uno dei vitigni più significativi ed al contempo duttili della nostra enologia: scoprila ed apprezzala! Con Cantina Sant Evasio Tenuta santa caterina, Marco Bonfante Winery.

21.30 – 22.30: Grand Tasting Vinitaly and the City “ANTOLOGIA DEL ROSSO ITALIANO” Momento celebrativo del Fuori Salone di Vinitaly, dedicato ai migliori Rossi Nazionali. Un’occasione unica per degustare le grandi eccellenze nazionali.

In degustazione: Toren, Cabernet Sauvignon Riserva –Tiefenbrunner; Domini Castellare di Castellina – I Sodi San Nicolò; Falesco – Montiano; Angela Velenosi – Roggio del Filare; Fattoria Galardi – Terra di Lavoro; Terredora – Taurasi Pago dei Fusi Riserva.

Domenica 15 Aprile

16.00 – 17.00: VINI VERONA WINE TOP Masterclass

Dalle sponde orientali del Lago di Garda sino alla napoleonica Arcole: la celebrazione dell’enologia Veronese

17.30 – 18.30: Masterclass I VINI “INTEGRALMENTE PRODOTTI”

Dal produttore al consumatore, filiera di produzione corta: Eurospin presenta le proprie delizie.

19.00 – 20.00: Masterclass: ORCIA, IL VINO PIU’ BELLO DEL MONDO

Orcia DOC: grandi vini prodotti nel cuore della Toscana, in un territorio di colline dove, da mille anni, il lavoro degli agricoltori disegna un meraviglioso paesaggio. 18 città d’arte, il Parco della Val d’Orcia Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2004, il paesaggio agricolo più fotografato del mondo.

21.30 – 22.30: Grand Tasting Vinitaly and the City “ANTOLOGIA DEL BIANCO ITALIANO”

Momento celebrativo del Fuori Salone di Vinitaly, dedicato ai migliori Bianchi Nazionali. Un’occasione unica per degustare le grandi eccellenze nazionali. In degustazione: Gavi dei Gavi – La Scolca; Biancosesto – La Tunella; Vermentino di Gallura Maìa – Siddura; Fiorduva – Marisa Cuomo; Etna Bianco Pietrarizzo – Tornatore.

Lunedì 16 Aprile

17.30 – 18.30: VINI VERONA WINE TOP Masterclass

Dalle sponde orientali del Lago di Garda sino alla napoleonica Arcole: ultimo appuntamento del fuori salone con l’enologia Veronese

19.00 – 20.00: Masterclass “PIU’ NATURALE DI COSI’…”

Ecco il Vino Naturale! Cercare il massimo carattere che può derivare dal connubio tra vitigno,terreno ed ambiente, proseguendo nella vinificazione naturale dell’uva in cantina, senza alcun intervento invasivo o aggiunta di additivi e solfiti. Con Fattoria La Maliosa, Lorenzo Corino Vignaiuolo, Società Agricola Elev

20.30 – 21.30: MASTERCLASS  "Aglianico del Vulture DOCG a cura di Vincenzo Donatiello"
con la Regione Basilicata

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

  • "Cantine Aperte" per il weekend nel segno dello sport sul lago di Garda

    • dal 25 al 26 maggio 2019
    • Tenuta della famiglia Zenato
  • Il divano dei filosofi: il paradosso della tolleranza

    • solo oggi
    • Gratis
    • 22 maggio 2019
    • Locanda Lo Speziale
  • "Cantine aperte" da Monteci a Pescantina

    • 25 maggio 2019
    • Cantina Monteci

I più visti

  • Romeo&Juliet experience: visita guidata alla mostra

    • dal 2 gennaio al 16 dicembre 2019
    • Centro Storico di Verona
  • A Isola della Scala è in arrivo l'imperdibile "Festa della costata" 2019

    • Gratis
    • dal 30 maggio al 2 giugno 2019
    • Riso Melotti
  • Hai preso "30" in un esame universitario? Porta il libretto da Zushi e avrai uno sconto

    • dal 2 aprile al 31 dicembre 2019
    • Zushi
  • A Castelvecchio la mostra "Bottega, Scuola, Accademia. La pittura a Verona dal 1570 alla peste del 1630"

    • dal 17 novembre 2018 al 29 settembre 2019
    • Museo di Castelvecchio
Torna su
VeronaSera è in caricamento