Donne Fittipaldi, il vino "elegante" delle donne Menarini presente al Vinitaly 2016

L'azienda agricola Donne Fittipaldi, per il settimo anno consecutivo, sarà presente al Vinitaly, dal 10 al 13 Aprile 2016. La storia di Donne Fittipaldi ha inizio nel 2004, quando la famiglia Fittipaldi Menarini decide di impiantare a Bolgheri, nel cuore della Toscana, alcuni ettari di vigneti: ad oggi le varietà sono quelle del Merlot, Petit Verdot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Malbec ed Orpicchio. L'obiettivo è sempre stato quello di produrre vini di grande eleganza e armonia, ma soprattutto capaci di trasmettere tutto il carattere dei grandi nomi bolgheresi, famosi in tutto il mondo per la loro qualità.

Donne Fittipaldi ha scelto sin da subito di indirizzarsi verso una produzione di assoluta levatura e di conseguenza il numero delle  bottiglie è limitato dalle basse rese per pianta, e da un’attenta e meticolosa selezione dei grappoli. Oggi, sui circa 9 ettari di vigneto di proprietà,  nascono 5 etichette: PRIMO SUPERIORE Bolgheri Rosso DOC, DONNE FITTIPALDI Bolgheri Rosso DOC, DONNE FITTIPALDI BIANCO IGT TOSCANA (prodotto dalla gestione di un piccolo vigneto di Sauvignon Blanc), MALAROJA (vitigno 100% Malbec), ed il nuovo LADY F (vitigno 100% Orpicchio).

La filosofia dell’azienda Donne Fittipaldi è sempre stata indirizzata al connubio tra il vino e l’arte e, fin dai primordi, si è legata all’artista e amico Giorgio Restelli, in arte Giores, per la realizzazione e progettazione di tutte le sue etichette. In primis l’idea di “Donne Fittipaldi”, divenuta poi l’immagine dell’azienda stessa, di seguito il progetto ‘Stolen Legs’ dove GIORES trasforma, con un action painting a base di smalti e acrilici, un suo scatto fotografico stampato su tela, costantemente rappresentante la sinuosità femminile. Con la stessa cifra stilistica ha dato vita all’etichetta del vino presentato lo scorso anno: il Malaroja. In questa occasione l’azienda ha organizzato nel proprio stand l’evento dal titolo ARTE DAL VIVO, nel quale il bodypainter Ennio Bettoni ha rappresentato su 2 corpi di modelle dei vitigni.

meranini_post_LR

Anche nel 2014 l’azienda ha creduto al connubio tra arte e vino e il nuovo progetto è stato affidato all’artista Riccardo Bagnoli, che ha presentato Buio Superiore, l’unione sintonica tra Buio Reale, tema fotografico dell’artista, e Primo Superiore, vino di eccellenza dell’azienda. Quest’anno, in occasione della 50a edizione del Vinitaly, Donne Fittipaldi ha scelto di collaborare con la Fondazione Accademia di Belle Arti di Verona. A 10 giovani artisti verrà  data l’opportunità di esporre nello stand dell’azienda le proprie opere ispirate al tema “Donne, arte e vino”. I partecipanti verranno selezionati da un comitato scientifico e soltanto il più artisticamente meritevole avrà il privilegio di realizzare una perfomance live  nello stand di Donne Fittipaldi.

Questa prestigiosa collaborazione darà luogo ad una serata interamente dedicata all’ arte, che si terrà il 10 Aprile 2016 presso l’ Hotel Gentleman of Verona, con la preziosa collaborazione di Angelo e Federica Spinalbelli. In questa occasione saranno presenti le Magnum Donne Fittapaldi con le opere dei giovani artisti selezionati, esposte come etichette.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

  • Aiutiamo gli italiani a fare l'aperitivo a casa

    • dal 30 marzo al 30 giugno 2020
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Giardino Giusti a Verona riapre ai visitatori con una bellissima novità davvero da non perdere

    • dal 9 al 31 maggio 2020
    • Giardino Giusti
  • "Visti da vicino...visti sul web", sono i musei civici di Verona nei giorni del coronavirus

    • Gratis
    • dal 19 marzo al 31 maggio 2020
    • Online
  • Alla scoperta di Verona archeologica sui canali social

    • Gratis
    • dal 4 al 31 maggio 2020
    • Online
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento