Ultima rappresentazione in Arena per "Il Trovatore" di Verdi

Venerdì Il Trovatore di Verdi, che con i suoi eccezionali cast ha richiamato folle di spettatori acclamanti, giunge alla sua ultima recita per l’Opera Festival 2019: nella visione notturna, romantica, sorprendente e spettacolare del maestro Zeffirelli, sono protagonisti Karahan, Pirozzi, Urmana, Gazale e Fassi dopo il trionfale debutto. Dirige Pier Giorgio Morandi.

È la quinta e ultima recita per Il Trovatore, capolavoro del melodramma romantico e infuocato perno della “trilogia popolare” verdiana, in una felice ripresa dello spettacolo che il grande regista e scenografo fiorentino aveva ideato nel 2001 appositamente per l’unicità dell’Arena di Verona. L’allestimento è, anche a detta di molti degli stessi interpreti che calcano l’immenso palcoscenico areniano, tra i più riusciti del Maestro e i più belli all’Arena, con il suo sapiente uso degli spazi, delle luci e dei colpi di scena che perfettamente rivestono e animano l’appassionato dramma di Giuseppe Verdi. La grandiosità di questo imperdibile titolo è data anche dai sontuosi costumi di Raimonda Gaetani, dalle danze gitane di El Camborio riprese da Lucia Real e dagli spettacolari combattimenti coreografati dal maestro d’armi Renzo Musumeci Greco.

Il cast, pressoché ideale per le esigenze di alcuni dei ruoli verdiani più impegnativi e memorabili, comprende artisti richiesti in tutto il mondo: il trovatore Manrico, protagonista malinconico ed eroico, è impersonato dal tenore turco Murat Karahan; l’amata Leonora è resa in tutto il suo complesso equilibrio tra belcanto e fierezza da Anna Pirozzi, acclamatissima al debutto appena avvenuto, mentre il rivale Conte di Luna si avvale dell’interpretazione forte e nobile del baritono Alberto Gazale e la gitana Azucena vede il ritorno di Violeta Urmana, artista internazionale e beniamina del pubblico areniano. Nel ruolo del suo fortunato esordio areniano si conferma il Ferrando del giovane basso Riccardo Fassi. Completano il cast memorabili comprimari: Elena Borin come Ines, Carlo Bosi come Ruiz, Dario Giorgelé come Vecchio zingaro, Antonello Ceron come Messo

Per l’ultima volta del Festival 2019, è possibile essere avvinti dalle atmosfere lunari, guerresche e avvincenti de Il Trovatore: gli eccezionali interpreti sono diretti dal maestro Pier Giorgio Morandi, così come l’Orchestra areniana, il Coro preparato da Vito Lombardi e il Ballo coordinato da Gaetano Petrosino, oltre a numerosi mimi e figuranti sull’immenso palcoscenico sotto le stelle. 

Informazioni e contatti

Prezzi da 22,50 a 208 euro

Informazioni e biglietti: www.arena.it e sui canali social Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

Biglietteria – Via Dietro Anfiteatro 6/B, 37121 Verona

tel. (+39) 045 59.65.17 – fax (+39) 045 801.3287 - email biglietteria@arenadiverona.it

Call center (+39) 045 800.51.51 - www.arena.it - Punti di prevendita Geticket

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • A Lazise sul lago di Garda è in arrivo la grande "Festa Hippy"

    • solo oggi
    • 10 luglio 2020
    • Ristorante pizzeria 2 Laghi
  • Morgan a colori: il concerto al Castello Scaligero di Villafranca di Verona

    • 14 luglio 2020
    • Castello Scaligero
  • Proseguono a Verona "Le 100 note in Rosa": il programma dei concerti

    • Gratis
    • dal 9 al 12 luglio 2020
    • Vedi programma completo

I più visti

  • "E quindi uscimmo a riveder...Verona", visite guidate serali imperdibili durante l'estate

    • dal 11 giugno al 30 luglio 2020
    • Vedi programma completo
  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Cinema (e non solo) lungo il fiume, torna il Bridge Film Festival a Verona

    • fino a domani
    • dal 9 al 11 luglio 2020
    • Dogana
  • Al Museo Archeologico al Teatro Romano la mostra "Il fascino dei vetri romani"

    • dal 13 dicembre 2019 al 27 settembre 2020
    • Museo Archeologico al Teatro Romano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento