"MediOrizzonti", la rassegna di cinema mediorientale a Verona

Cinema mediorientale ma anche incontri con gli autori, brunch, un workshop di calligrafia araba e molto altro. L’appuntamento con la quinta edizione della rassegna Mediorizzonti è a ottobre e novembre 2019, per il quinto anno consecutivo, al Cinema Nuovo di San Michele Extra a Verona, via V. Monti 7c, che ha supportato l’iniziativa dell’associazione culturale veronetta129 e La Sobilla.

Questa finestra sul mondo arabo che vuole aprire sguardi differenti su Paesi troppo spesso stereotipati nella rappresentazione mediatica vede la collaborazione del Middle East Now di Firenze, l’associazione culturale Italo-Spagnola ACIS, l’associazione InAsia, la libreria Pagina Dodici, il ristorante Tabulè e il gruppo di analisi intercultuale Prosmedia. Media partner Il Nazionale.

Il programma

  • giovedì 3 ottobre alle 20.30: Anteprima Mediorizzonti con i corti d’animazione Le Parfum d’Irak di Leonard Cohen (Francia - 2018, 50’). Modera Ernesto Kieffer, giornalista de Il Nazionale. Venti episodi narrano la storia personale del regista irachenofrancese Feurat Alani. In un paese distrutto rimane ancora spazio per amore, bellezza, umorismo, a La Sobilla, salita Santo Sepolcro 6b, ingresso libero con tessera consigliata. Gli spazi aprono alle 19.30.
  • lunedì 7 ottobre alle 20.30: primo appuntamento al cinema con il lungometraggio Tehran, city of love di Ali Jaberansari Iran (GB, Paesi Bassi - 2018, 102’). Modera Chiara Cappellina, giornalista de Il Nazionale. La storia agrodolce di tre personaggi disincantati di mezza età: un ex-campione di bodybuilding reinventatosi personal trainer, una segretaria che non rispetta gli standard fisici della clinica di bellezza dove lavora e un cantante religioso frustrato che si esibisce per ripiego ai matrimoni. Tutti alla ricerca di amore e contatti umani in una Teheran che non li abbraccia. Al Cinema Nuovo San Michele, via V. Monti 7c. Ingresso con biglietto unico 5 euro;
  • giovedì 10 ottobre alle 18.30: appuntamento in libreria con Dov’è casa mia. Storie oltre i confini a cura di Pagina Dodici. Presentazione del libro (Minimum Fax, 2019) con l’autore Davide Coltri in Corte Sgarzarie, 6a. Modera Francesca Lorandi, giornalista de L’Arena. Ingresso libero;
  • sabato 12 ottobre in due turni: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Workshop di calligrafia araba tenuto da Eyas Alshayeb presso La Sobilla, salita Santo Sepolcro, 6b. Preiscrizione obbligatoria entro il 15 settembre a info@veronetta129.it;
  • lunedì 14 ottobre alle 20.30: secondo appuntamento al cinema con il documentario Freedom fields di Naziha Arebi (Libia, GB, Paesi Bassi, USA, Libano, Qatar, Canada - 2018, 99’). Modera Paolo Sacchi, giornalista de Il Nazionale. Un gruppo di donne libiche è accomunato da un unico sogno: giocare a calcio per la nazionale. Il documentario le segue dal 2012 al 2016, quando le speranze della “primavera araba” cominciano a svanire. Le loro aspirazioni sono però più vive che mai. Attraverso gli occhi di queste attiviste accidentali, la regista mostra la realtà intima di un paese in transizione, dove le storie personali di amore e lotta si scontrano con la storia. Al Cinema Nuovo San Michele, via V. Monti 7c. Ingresso con biglietto unico 5 euro;
  • martedì 15 ottobre alle 19.30: Calligrafe arabe in Andalusia a cura di ACIS a l’Osteria Ai Preti, Interrato Acqua Morta, 27. L’obiettivo è esplorare un settore, la calligrafia araba, dal punto di vista delle donne che l’hanno praticato nell’Andalusia del X secolo. Per scoprire il ruolo che hanno assunto e la diffusione che quest’arte ha avuto tra di loro con non poche sorprese. Ingresso libero;
  • lunedì 21 ottobre alle 20.30: terzo appuntamento al cinema con il documentario Dream away di Marouan Omara e Johanna Domke (Germania, Egitto, Qatar - 2018, 85’). Modera Jessica Cugini, giornalista della Fondazione Nigrizia. Dopo gli attacchi terroristici che l’hanno colpita nel 2015, oggi Sharm El Sheikh è desolata, svuotata di turisti. Surreale e originalissimo, questo documentario di un giovane regista egiziano e di una visual artist tedesca ci porta in una città di fantasmi per incontrare i suoi unici abitanti: i dipendenti dei resort che replicano febbrilmente la propria routine lavorativa senza smettere di sognare tra le suite abbandonate degli hotel. Al Cinema Nuovo San Michele, via V. Monti 7c. Ingresso con biglietto unico 5 euro;
  • domenica 27 ottobre alle 11: Brunch libanese e lettura fondi di caffè a cura di Tabulè, in via Nicola Mazza 4a. Una colazione come la si fa in una qualsiasi casa libanese dove si gustano, tra le altre cose, fave condite, origano speziato e yogurt salato, il tutto accompagnato da verdure fresche e tè caldo. Durante il brunch si improvviserà un'allegra lettura dei fondi di caffè. Prenotazione obbligatoria al numero 045-2220989 entro il 23 ottobre. Costo di 15 euro;
  • lunedì 28 ottobre alle 20.30: quarto e ultimo appuntamento al cinema con il documentario Yallah Underground di Farid Eslam (Repubblica Ceca, Germania, GB, Canada, USA - 2015, 85’). Modera Stefania Berlasso, giornalista esperta di musica. Il documentario segue, dal 2009 al 2014, alcuni degli artisti più influenti e innovativi della cultura underground araba (Egitto, Libano, Palestina, Giordania e Israele) di oggi. Documenta i loro lavori, sogni e paure in un momento di grande sconvolgimento per la società. Il ritratto di una nuova generazione che integra aspetti di diverse culture e filosofie nel proprio stile di vita e nella propria professione. Al Cinema Nuovo San Michele, via V. Monti 7c. Ingresso con biglietto unico 5 euro;
  • giovedì 14 novembre alle 18: Sana’a e la notte. il tempo fra l’incanto e la distruzione a cura di inAsia. Presentazione del libro (Poiesis, 2019) con l’autrice Elena Dak a Lo Speziale, via XX Settembre, 7abc. Ingresso libero.

L'illustrazione del flyer di quest'anno, dal titolo “Abyaneh”, è stata gentilmente messa a disposizione dal disegnatore di origine iraniana Saleh Kazemi. Nato a Teheran nel 1992, si è trasferito a Roma a 18 anni per studiare Graphic Design all'Accademia di Belle Arti. Ha abbandonato il lavoro di fotografo documentarista, che svolgeva con successo, per dedicarsi al disegno. La sua vita è un viaggio continuo: sul suo quaderno di schizzi ritrae persone, luoghi e ciò che vede accadere intorno a lui. Le sue opere sono uno specchio della vita di ogni giorno, una serie di momenti di attesa. Disegna le persone sui treni, nelle stazioni, nei caffè. Lo sguardo è differente da quello della macchina fotografica che ha abbandonato: costruisce uno spazio diverso, condensato, ricco di dettagli e osservato da diversi punti di vista. Sito web: salehkazemi.com.

Gli organizzatori 

Veronetta129, nata nel 2013, è un’associazione culturale che ha tra le sue finalità quella di favorire e promuovere l’incontro tra culture diverse e tra le persone, per questo sostiene e prende parte attiva, spesso in rete con altre associazioni ed enti, ad attività antirazziste e antifasciste progettate su e per il territorio veronese. I suoi spazi si trovano nel cuore di Veronetta. L’associazione aderisce al cartello “Nella mia città nessuno è straniero”. La Sobilla è uno spazio autogestito, un laboratorio di idee e di pratiche libero da sponsor istituzionali e commerciali che propone presentazioni di libri, seminari, proiezioni, esposizioni e altro ancora. Al suo interno si trovano la Biblioteca Giovanni Domaschi, FuoriMercato, la Pillola Rossa e anche singole persone che hanno deciso di condividere un progetto gestito in modo orizzontale e assembleare.

MediOrizzonti è organizzata in collaborazione con il festival Middle East Now di Firenze che si occupa di cinema, arte e cultura contemporanea, focalizzati su temi forti del mondo contemporaneo, come strumento potente di conoscenza della realtà e di integrazione culturale. Con l’associazione italo-spagnola ACIS che ha lo scopo di promuovere la diffusione della cultura e della lingua spagnola a Verona. Con l’associazione culturale InAsia che nasce dall’unione di professionisti ed esperti delle diverse lingue e culture asiatiche, per promuovere la ricerca di nuove idee, soddisfare curiosità ed espandere i propri orizzonti culturali. E ancora la libreria Pagina Dodici, con Tabulè, ristorante a Verona di cucina mediorientale, e Prosmedia, gruppo di analisi dei media del Centro Studi Interculturali dell’ateneo scaligero. Media partner Il Nazionale, testata giornalistica online che racconta le notizie dentro e fuori le mura di Verona.

Informazioni e contatti

Le proiezioni sono in lingua originale con sottotitoli in italiano, accompagnate da una breve presentazione e da un collegamento via Skype con i registi.

Per informazioni scrivere a info@veronetta129.it, consultate le pagine Facebook Veronetta Centoventinove e/o Mediorizzonti, e guardate i video sul canale Youtube Veronetta Centoventinove.

Web: https://www.cinemasanmichele.com/mediorizzonti.php

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • "Queer Vision" al Rivoli: a Verona la nona rassegna di cinema Lgbt*

    • dal 5 novembre al 3 dicembre 2019
    • Cinema Multisala Rivoli
  • Presso Modus la rassegna cinematografica "Tu Donna"

    • dal 5 al 26 novembre 2019
    • Modus

I più visti

  • Romeo&Juliet experience: visita guidata alla mostra

    • dal 2 gennaio al 16 dicembre 2019
    • Centro Storico di Verona
  • Artigianato e specialità enogastronomiche: a Verona i fantastici Mercatini di Natale 2019

    • Gratis
    • dal 15 novembre al 26 dicembre 2019
    • Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio, Via della Costa, Piazza Indipendenza, Piazza Viviani, Lungadige San Giorgio, Ponte Pietra, Ponte Scaligero di Castelvecchio e Piazza San Zeno
  • "Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky" in mostra alla Gran Guardia

    • dal 16 novembre 2019 al 5 aprile 2020
    • Palazzo della Gran Guardia
  • Hai preso "30" in un esame universitario? Porta il libretto da Zushi e avrai uno sconto

    • dal 2 aprile al 31 dicembre 2019
    • Zushi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento