La citt capitale della lotta all'ipertensione in gravidanza

Venerd al Palazzo della Ragione il meeting internazionale organizzato dall'ospedale di Negrar

La citt capitale della lotta all'ipertensione in gravidanza
Sarà la magnifica cornice del Palazzo della Ragione ad ospitare i duecento congressisti che parteciperanno, venerdì 27 maggio, al meeting internazionale sull’ipertensione in gravidanza. La mattinata di studi è stata promossa dall’Unità operativa di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale Sacro Cuore-Don Calabria di Negrar, diretta dal dottor Luca Minelli. In particolare la seconda edizione del congresso – la prima si è tenuta nel 2009 sempre a Verona – è organizzata dalla sezione di Ostetricia, guidata dal dottor Sante Burati, che oltre ad essere scelta per il parto da circa mille donne all’anno, vanta collaborazioni internazionali con Oxford, Londra, Cambridge e Graz (Austria) per i protocolli di ricerca sulla preeclampsia, la forma più severa di ipertensione in gravidanza.

Circa una ventina i relatori, tra i massimi specialisti a livello mondiale di preeclampsia (chiamata popolarmente gestosi), che colpisce in Italia dal 2 al 5% delle donne in gravidanza. Si manifesta con pressione alta e presenza di proteine nelle urine: se non diagnosticata in tempo e controllata, può essere causa di gravi complicazioni sia a danno della mamma che del nascituro. Nei Paesi poveri la mortalità legata alla patologia è altissima: 49 decessi ogni 100mila parti. Ginecologici, ostetrici, pediatri e ricercatori faranno il punto sullo stato dell’arte della ricerca, delle metodologie diagnostiche e dei trattamenti clinici della preeclampsia. E sui possibili sviluppi futuri: in particolare sulla messa a punto di un test predittivo da somministrare a tutte le donne in gravidanza che permetterebbe di selezionare più precisamente coloro che potrebbero sviluppare la patologia.

Non a caso tra i relatori ci sarà anche Ananth Karumanchi, professore nefrologo di Harvard, Boston, che ha scoperto un legame tra un’alterazione dei livelli di alcune proteine nel sangue delle gestanti e la comparsa dei sintomi della preeclampsia. Scoperta fondamentale per la realizzazione di un futuro screening su tutte le donne in gravidanza. Saranno presenti, inoltre, Christopher W. Redman, ordinario di Ostetricia e ginecologia di Oxford, e Pierre-Yves Robillard, primario di Pediatria dell’isola di Réunion, che parleranno della ricerca sulle cause fisio-patologiche della preeclampsia, ancora sconosciute. Tra i relatori italiani anche la professoressa Irene Cetin, responsabile dell’Unità operativa di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale Luigi Sacco di Milano, l’esperta italiana più nota a livello internazionale, il professor Massimo Franchi, ordinario di Ginecologia dell’Università di Verona e il collega Andrea Tranquilli dell’Università Politecnica delle Marche e presidente della Società internazionale per gli studi sulla ipertensione in gravidanza.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

Torna su
VeronaSera è in caricamento