Jazz ed elettronica si fondono al Teatro Ristori con il trio Rava, Guidi, Herbert in concerto

Venerdì 18 gennaio alle 20.30 riprende la rassegna Jazz del Teatro Ristori, Enrico Rava in concerto con Matthew Herbert e Giovanni Guidi. Un incontro tra due guru e un apprendista stregone, che vede impegnati Matthew Herbert, osannato maestro britannico dell’elettronica, considerato uno dei più innovativi produttori contemporanei; Enrico Rava, il trombettista icona fondamentale del jazz contemporaneo e Giovanni Guidi, giovane pianista che, nella lunga militanza con Rava, ha carpito molti dei segreti del jazz. Questo appuntamento sarà une delle esperienze più emozionanti e innovative della stagione del Teatro Ristori dedicata al Jazz di quest’anno.

I confini tra i generi sono molto labili: gli input di Herbert diventano la base di un interplay molto fitto, con continui innesti e scambi di idee musicali rielaborati sul momento da Rava e Guidi, in cui si fondono jazz, elettronica, techno e musica concreta. I loro suoni vengono poi campionati da Herbert che sperimenta una materia complessa e oscura, coadiuvato solo dalle sue macchine: un incontro di jazz ed elettronica che scopre nell’improvvisazione una radice comune. Questo può avvenire solo grazie a un interplay molto forte fra i tre musicisti che fa sì che un concerto non sia mai simile a un altro, proprio perché non c’è nulla di deciso o preorganizzato.

«Nella prima fase del lavoro ci diamo delle indicazioni, - dichiara Enrico Rava - che però alla fine possono anche non essere rispettate. La musica va da un’altra parte, siamo noi che la seguiamo. Tra noi tre non ci sono figure definite. Ci sono dei momenti in cui ognuno trascina l’altro, ci sono scambi di ruoli, ma non c’è un leader.  Se non hai qualcosa da raccontare, non c’è improvvisazione», sottolinea Rava. Il progetto, infatti, si fonda su una drammaturgia che vive e si sviluppa nel processo creativo, come delle monadi musicali che si incontrano nella dimensione compositiva creando atmosfere che trascendono i generi musicali. 

Il progetto di Rava, Herbert e Guidi spazia in territori musicali dissimili tra loro, ma molto intensi dal punto di vista emozionale. Il risultato è la creazione di uno spazio dinamico, di gioia condivisa, in cui complesse visioni di idee danno vita a una trama di suoni inaspettati. Il pianoforte di Guidi illumina il movimento cromatico della tromba di Rava e insieme riescono a trovare, con l’elettronica sperimentale di Herbert, una direzione nuova e stimolante.

Per maggiori informazioni sulla rassegna vi invitiamo a visitare la pagina dedicata sul sito del Teatro Ristori: http://www.teatroristori.org/stagione/jazz/.

(fonte foto Teatro Ristori - Giovanni Guidi-Enrico Rava-MatthewHerbert - ph Cifarelli)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Marce scozzesi e cornamuse in Gran Guardia per il "Verona Scottish Christmas"

    • Gratis
    • 7 dicembre 2019
    • Palazzo della Gran Guardia
  • A Verona il concerto di Natale "Cantando vicino alla stella"

    • Gratis
    • 15 dicembre 2019
    • Chiesa San Fermo Inferiore
  • Tutti i concerti in programma alle Cantine de l'Arena dal 3 all'8 dicembre 2019

    • Gratis
    • dal 3 novembre al 8 dicembre 2019
    • Cantine de l'Arena

I più visti

  • Tornano a Verona gli splendidi banchetti per la Fiera di Santa Lucia

    • Gratis
    • dal 10 al 13 dicembre 2019
    • Piazza Bra
  • Artigianato e specialità enogastronomiche: a Verona i fantastici Mercatini di Natale 2019

    • Gratis
    • dal 15 novembre al 26 dicembre 2019
    • Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio, Via della Costa, Piazza Indipendenza, Piazza Viviani, Lungadige San Giorgio, Ponte Pietra, Ponte Scaligero di Castelvecchio e Piazza San Zeno
  • "Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky" in mostra alla Gran Guardia

    • dal 16 novembre 2019 al 5 aprile 2020
    • Palazzo della Gran Guardia
  • Romeo&Juliet experience: visita guidata alla mostra

    • dal 2 gennaio al 16 dicembre 2019
    • Centro Storico di Verona
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento