"Diffusioni", l’università incontra la città: dieci appuntamenti su temi di grande attualità

Numerosi gli incontri proposti con autori, studiosi, docenti e ricercatori che forniranno utili chiavi di lettura per orientarsi nel mondo contemporaneo e strumenti per il futuro

Locandina "Diffusioni"

Europa, ambiente, inclusione, integrazione, maternità, scuola, adolescenza, sport. Questi e molti altri sono i temi al centro di "Diffusioni", cartellone nato dalla volontà dell’università di Verona di ampliare le iniziative dedicate ai cittadini, per condividere la conoscenza, divulgare le ultime scoperte scientifiche e approfondire temi di attualità. Numerosi gli incontri proposti con autori, studiosi, docenti e ricercatori che forniranno utili chiavi di lettura per orientarsi nel mondo contemporaneo e validi strumenti per comprendere il futuro.

Si parte il 3 maggio con l'incontro “Adolescenti senza tempo”. Alle 15.30, in aula T1 del Polo Zanotto, dialogano Massimo Ammaniti, psichiatra, Riccardo Panattoni, docente di Filosofia morale e Luca Ravazzin, psicoterapeuta, per mettere in luce le problematiche legate a un'età difficile per genitori e figli. L’appuntamento rientra nell’ambito del Festival delle relazioni, è gratuito con iscrizione obbligatoria.

Il 7 maggio, alle 18.30, nella copisteria “Thesy” di via Cantarane, appuntamento “Come si forma un europeo”, ne parlano Lidia Angeleri, delegata del rettore all’Internazionalizzazione e Giorgio Gosetti, delegato del rettore al Diritto allo studio e alle politiche per gli studenti. Si prosegue il 17 maggio, alle 17, nell’Aula magna del Polo Zanotto, con "Sfide". Protagonista dell'incontro Enrico Letta, docente dell’Istituto di studi politici di Parigi e già presidente del Consiglio dei Ministri.

Il 20 maggio, alle 17.30, in Società letteraria, Matteo Nicolini, docente di diritto pubblico comparato, e Veronica Polin, ricercatrice di Scienza delle finanze, presentano il libro “Poetica della zappa” di Pablo Georgieff, nell'evento “Costruendo insieme il giardino planetario".

Si torna a parlare di Europa il 23 maggio, alle 17.30, in aula Smt.01, con “L’antieuropeismo: dalle radici storiche all’attualità”, incontro con Daniele Pasquinucci, docente di Storia delle relazioni internazionali all’università di Siena.

Dietro le parole, i nostri pregiudizi” è il titolo dell'incontro del 25 maggio, alle 11, in Aula magna di Scienze giuridiche, tenuto da Paola Di Nicola, giudice del tribunale di Roma

 Gli incontri di maggio si concludono con “Avere un figlio sempre più tardi”, lunedì 27, alle 17.30, nella Sala Barbieri di Palazzo Giuliari, dove Massimo Franchi, docente di Ginecologia e ostetricia e Rossana Di Paola, docente di Fisiopatologia della riproduzione umana, si confrontano in un dibattito coordinato dalla giornalista Valentina Burati.

Gli appuntamenti proseguono anche nel mese di giugno, a partire da mercoledì 5, alle 11, in aula Smt.6, con “Rischi e prospettive per l’economia italiana”, incontro con Carlo Cottarelli, economista e direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani. L’incontro è promosso dall’Alvec, associazione laureati in Economia.

Nella stessa giornata, alle 15, in aula 1 del Palazzetto Gavagnin, si tiene “Cammino, ambiente, salute”, incontro con Federico Schena, docente di metodi e didattiche delle attività sportive, Veronica Polin, ricercatrice di Scienza delle finanze, e Daniela Marcer, dell’Asl 9.

Diffusioni si chiude il 15 giugno con “Bambini con bisogni speciali”, alle 9.30, in aula T1 del Polo Zanotto, un dibattito tra Filippo Sturaro, dell'Ufficio scolastico regionale, Angelo Lascioli e Luciano Pasqualotto, docenti di Pedagogia speciale dell'ateneo.

«Diffusioni nasce dal bisogno di confronto, anche su temi di scottante attualità, dei cittadini veronesi, - spiega Marta Ugolini, delegata del rettore alla Comunicazione - richiesta a cui l’università risponde aprendo le proprie aule, spesso nel tardo pomeriggio per favorire la presenza dei lavoratori. Con questa iniziativa il nostro ateneo arricchisce le proposte di public engagement, cioè di diffusione della conoscenza, che già da alcuni anni sono rivolte alla comunità cittadina, come Kidsuniversity Verona, Notte dei Ricercatori, GoTo Science».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • Capelli neri, occhi marrone, Mister Italia 2019 è Rudy El Kholti ed è di Zevio

  • Forti temporali attesi sul Veneto e scatta ancora lo "stato di attenzione"

Torna su
VeronaSera è in caricamento