Presentata la nuova stagione del DIM teatro comunale a Castelnuovo del Garda

«Gli spettacoli in cartellone sono tutti interessanti e originali. – ha detto il presidente dell’associazione DIM teatroaperto Giovanni Signori – In particolare la rassegna “Teatro che Sorride” offre proposte di grande qualità»

Urlando Furiosa

È stata presentata oggi, mercoledì 10 ottobre, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, dall’assessore alla Cultura Ilaria Tomezzoli e dal presidente dell’associazione DIM teatroaperto Giovanni Signori, la nuova stagione del DIM teatro comunale di Castelnuovo del Garda. In cartellone le classiche rassegne “Teatro che Sorride”, “Teatro da Favola” e “Theater in Dialect” alle quali si aggiunge la riproposta de “La scuola va a teatro” dedicata agli studenti.

«L’Amministrazione comunale ha sempre creduto fortemente nella validità di questo progetto avviato nel 2005 – spiega l’assessore Tomezzoli –  e che nel 2010 ha compiuto un ulteriore salto di qualità grazie alla fruttuosa sinergia con l’associazione DIM teatroaperto».

«Gli spettacoli in cartellone sono tutti interessanti e originali – precisa Giovanni Signori –. In particolare la rassegna “Teatro che Sorride” offre proposte di grande qualità».

Teatro che Sorride. Sarà Leonardo Manera, ormai presenza fissa nel cast di Colorado, ad aprire la stagione del DIM teatro comunale. Sabato 27 ottobre, alle 21, andrà in scena Il primo amore, spettacolo nel quale ripercorre idealmente la propria vita, raccontando sia gli eventi privati, sia alcuni di quelli pubblici che hanno segnato la storia dell’Italia e degli italiani negli ultimi decenni.

Le risate di qualità proseguiranno sabato 24 novembre grazie ai Fratelli Caproni che in Attento si scivola metteranno in scena numeri comici classici basati sulla conflittualità e sullo scherzo, giocati all’interno della dinamica di coppia. Il tradizionale appuntamento di Natale vedrà protagonisti i Jashgawronsky Brothers con Popbins. Lo stravagante quartetto è tra gli inventori della “musica del riciclo”, portata ormai in tour in tutto il mondo, dal Brasile all’Europa sino al Giappone.

Doppio appuntamento a gennaio: il 19, Rita Peluso, attrice e autrice che da anni sperimenta un teatro che sappia essere al contempo comico e civile, è pronta a sfidare il cinismo e la disillusione con Urlando furiosa, mentre il 26 la Compagnia Barbapedana metterà in scena Ghetto Klezmorim. Quest’ultimo spettacolo sarà a ingresso libero: si celebra infatti, come gli anni scorsi, la Giornata della Memoria.

La rassegna proseguirà il 9 febbraio con Italiani Cìncali! di Mario Perrotta, uno spettacolo che racconta l’emigrazione italiana nelle miniere di carbone del Belgio attraverso un’epopea popolare. Lo spettacolo ha ricevuto la targa commemorativa della Camera dei Deputati per «l’alto valore civile del testo e per la straordinaria interpretazione», è stato finalista ai Premi Ubu 2004 e ha segnalato Mario Perrotta tra gli artisti più interessanti della nuova generazione.

Il Teatro che sorride si concluderà sabato 23 febbraio con Musica per Ciarlatani, ballerine e tabarin della Camillocromo Circus Swing Orchestra. Un’orchestra di sei musicisti in smoking trascinerà gli astanti in atmosfere musicali retrò con suggestioni circensi e colori felliniani, presentando un concerto-spettacolo pieno di sorprese e colpi di scena.

Teatro da favola. La rassegna per i bimbi si terrà come di consueto la domenica alle 16.30. In calendario sei appuntamenti a partire dalla fine di ottobre.

  • 28 ottobre: Controvento storia di aria, nuvole e bolle di sapone
  • 11 novembre: Il Cubo Magico ovvero la morbida pietra filosofale del gioco
  • 25 novembre: I Brutti Anatroccoli
  • 16 dicembre: Natale a suon di hip hop
  • 20 gennaio: La Gallinella Rossa
  • 10 febbraio: I Musicanti di Brema

Theater In Dialect. La rassegna di teatro in Veneto giunge quest’anno alla sua nona edizione. Ecco il programma degli spettacoli, sempre in scena il sabato alle 21.

  • 10 novembre: Le Betoneghe non vanno mai in ferie
  • 1 dicembre: Grisù, Giuseppe e Maria
  • 12 gennaio: Cantiere a luci rosse
  • 2 febbraio: Il Barbiere di Siviglia Somiglia

La scuola va a teatro. L’Amministrazione comunale, in sinergia con l’associazione DIM teatroaperto e Teatro dei Vaganti, ripropone alle insegnanti e a tutto il mondo scolastico “La scuola va a teatro”. Si tratta di una rassegna in matinée dedicata ai bambini della scuola dell’infanzia, ai ragazzi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Un’opportunità di formazione, ricca di contenuti, di idee e spunti di riflessione utili per coloro che rappresentano il nostro futuro.

Teatro che sorride

Abbonamento a tutti gli spettacoli: 60 euro

Ticket intero: 15 euro

Ticket ridotto: 12 euro (over 65 e fino a 10 anni)

Theater in Dialect

Abbonamento a tutti gli spettacoli: 24 euro

Abbonamento over 65: 20 euro

Ticket intero: 8 euro

Ticket ridotto 6 euro (over 65 e fino a 14 anni)

Teatro da favola

Abbonamento a tutti gli spettacoli: 20 euro

Ticket: 5 euro

Contatti

e-mail: prenotazioni@dimteatrocomunale.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

tel. 045 7599049

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento