​Torna il "Premio città di Verona" con le borse per le tesi di laurea magistrale sulla città

«Si tratta di un modo per contribuire alla diffusione di una cultura del merito», spiega l’assessore alle Politiche giovanili Francesca Briani

corona d'allora per la laurea

Sei borse di studio dal valore di mille euro ciascuna. Torna il “Premio città di Verona”, rivolto agli studenti che hanno discusso una tesi di laurea magistrale nel corso del 2018.

Per l’ammissione è necessario aver svolto un lavoro riguardante la città di Verona, il suo patrimonio artistico-culturale, ma anche il territorio provinciale o le peculiarità della vita scaligera. Il voto di laurea dovrà essere di almeno 100/110. Nel caso in cui la tesi sia stata elaborata da più autori, potranno partecipare soltanto i soggetti che hanno raggiunto il punteggio previsto dal bando, consegnando ciascuno una distinta domanda.

Bando e moduli di partecipazione sono scaricabili dal sito www.politichegiovanili.comune.verona.it. Le domande dovranno essere presentate entro le ore 13 del 15 maggio. Ulteriori informazioni ai numeri 045/8078789- 8787.

L’iniziativa è promossa dall’assessorato alle Politiche giovanili: «Si tratta di un modo per contribuire alla diffusione di una cultura del merito - sostiene l’assessore alle Politiche giovanili Francesca Briani- attraverso il pubblico e concreto riconoscimento dell’impegno personale nell’attività di studio, quale premessa per la costruzione di competenze che permettano la piena realizzazione individuale e sociale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento