Dicembre di novità al Ristori: dai concerti per le feste al progetto Cinema-Musical

Tutti gli appuntamenti del mese al Teatro Ristori di Verona

West side story - Teatro Ristori, dicembre 2018

Il mese di dicembre al Teatro Ristori segna l’inizio di alcune novità e collaborazioni importanti per la stagione 2018/2019, oltre ai tradizionali appuntamenti per festeggiare il periodo natalizio e l’arrivo dell’anno nuovo insieme al proprio pubblico. Il Direttore Artistico M° Alberto Martini ha presentato le partnership della stagione 2018/2019 che si avvieranno nel mese di dicembre con il Circolo del Cinema di Verona, presente il Presidente Roberto Bechis  e la collaborazione con l’Associazione Culturale Musica con le Ali, insieme al Presidente e fondatore Carlo Hruby.

Musica con le Ali si articola in un ciclo di quattro concerti che vedranno protagonisti i migliori giovani musicisti italiani, vincitori di concorsi e già attivi sulle scene nazionali e internazionali, con l’intento di aiutarli a “spiccare il volo” nel complesso mondo della musica classica, affiancati da artisti già affermati e di fama internazionale, in sintonia con la mission culturale e formativa affidata da Fondazione Cariverona al Teatro Ristori.

Il primo appuntamento sarà mercoledì 19 dicembre alle ore 20.30 con il Quartetto Werther formato da Misia Iannoni Sebastianini, violino, Martina Santarone viola, Simone Chiominto violoncello, Antonino Fiumara pianoforte, che proporrà il Quartetto in do minore op. 15 di Gabriel Faurè e il Quartetto in mi bemolle maggiore op. 47 di Robert Schumann. Fondato a Roma nel 2016 da quattro giovani musicisti, il nome del Quartetto Werther rende omaggio a Johannes Brahms, che in una lettera aveva alluso al protagonista del romanzo di Goethe in relazione al suo ultimo quartetto con pianoforte.

La rassegna Musica con le Ali proseguirà poi il 16 gennaio con lo straordinario duo violoncello e pianoforte formato da Erica Picotti al violoncello e Itamar Golan al pianoforte, che proporranno musiche di I. Stravinskij e S. Prokofiev. Erica Piccotti, nata a Roma nel 1999, si diploma in violoncello a soli 14 anni con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio di S. Cecilia di Roma sotto la guida di Francesco Storino. Nell’aprile 2018 è uscito il suo primo CD per la casa discografica Warner Classics in duo con il pianista Itamar Golan. Itamar Golan collabora con i più affermati musicisti dei nostri tempi, da oltre due decenni, ricevendo grandi riconoscimenti per il suo lavoro, diventando uno dei più ambiti pianisti della sua generazione.

Gli altri appuntamenti di Musica con le Ali saranno il 13 febbraio con Emma Parmigiani violino, Ludovica Rana violoncello e Maddalena Giacopuzzi pianoforte in un programma dedicato a musiche di Beethoven e Brahms e il 12 marzo con il trio formato da Martin Owen corno, Fabiola Tedesco violino e Margherita Santi pianoforte, con musiche di Messiaen e Brahms.

Festeggia con il Teatro Ristori

Il Teatro Ristori conferma la consolidata e felice consuetudine di proporre due eventi per festeggiare insieme il Natale e l’inizio del nuovo anno, immergendosi nella gioiosa e tradizionale atmosfera di questo periodo. Mercoledì 26 dicembre, il giorno di Santo Stefano, saranno protagonisti gli Scala & Kolacny Brothers, lo strepitoso coro femminile belga pop-rock che proporrà uno speciale programma dedicato al Natale. Dirette da Stijn Kolacny e accompagnate al pianoforte da Steven Kolacny, il gruppo si esibisce con un innovativo repertorio di cover dei grandi pezzi che hanno fatto la storia del rock, dell’indie e del pop: molte delle loro canzoni infatti sono arrangiamenti corali di famosi musicisti e gruppi musicali come Björk, Coldplay, Radiohead, U2, Nirvana, Depeche Mode, Muse, Metallica, Oasis. L’inserimento della loro versione di Creep dei Radiohead nella colonna sonora del film The Social Network li ha consacrati nel panorama musicale internazionale.

L’1 gennaio alle ore 17.00 il Teatro Ristori ospiterà l’Odessa Philarmonic Orchestra per il tradizionale Concerto di Capodanno, a cui seguirà un brindisi per festeggiare assieme agli artisti il nuovo anno. Gli spettatori saranno accompagnati nella magica atmosfera della corte imperiale viennese con l’esecuzione di Valzer, Polche, Marce scritte dai componenti della famiglia Strauss, con un prezioso cameo iniziale composto da tre Valzer tratti dai più famosi balletti di Tchaikovsky, sotto la direzione di Hobart Earle.

L’Odessa Philharmonic Orchestra, fondata nel 1937, sin dal 1992 ha realizzato tour all'estero in dodici diversi paesi, esibendosi in prestigiose sale da concerto come il Musikverein di Vienna, la Philharmonie di Colonia, la Beethovenhalle di Bonn, il Barbican Hall di Londra, l'Auditorium nazionale di Madrid, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca, la Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo, la Carnegie Hall di New York e il Kennedy Center di Washington, l’Orchestra Hall di Chicago, la Davies Hall di San Francisco e l'Assemblea generale delle Nazioni Unite di New York. Nel giugno 2002 riceve dal presidente dell'Ucraina, Leonid Kuchma, lo status nazionale di Odessa Philharmonic Orchestra, divenendo così la prima organizzazione nelle Arti dello Spettacolo in Ucraina al di fuori della capitale della nazione, Kiev.

Hobart Earle, preceduto dalla sua reputazione come un conduttore dinamico e stimolante, nel 2007 è stato insignito del titolo di "professore onorario" dell'Accademia di Musica di Odessa; attualmente alla sua ventesima stagione come Direttore Musicale e Direttore Principale della Odessa Philharmonic Orchestra, Earle ha elevato il livello dell’orchestra ad una posizione di rilievo internazionale, senza precedenti nella storia dell'organizzazione.

Cinema-Musical

In collaborazione con il Circolo del Cinema di Verona, inizia a dicembre il ciclo di film ispirati al mondo del musical americano. Per dare il giusto rilievo a questa nuova iniziativa del Teatro Ristori, si parte con il capolavoro cinematografico firmato da Robert Wise e Jerome Robbins, West Side Story. Il film è stato scelto come appuntamento iniziale sia perché quest’anno ricorre il centesimo anniversario dalla nascita di Leonard Bernstein, autore della musica, sia perché si ispira alla tragedia di William Shakespeare, Giulietta e Romeo. La rassegna inizierà il 17 Dicembre alle 20.30, con West Side Story e proseguirà il 25 Febbraio con The Phantom of the Paradise di Brian de Palma, concludendosi il 4 Marzo con Hair di Miloš Forman. Tutti i film, verranno proiettati nella versione integrale e in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Per informazioni sull’attività del Teatro Ristori: www.teatroristori.org

Potrebbe interessarti

  • Labbra sensuali e carnose: ecco i rimedi naturali per un super effetto volume

  • Piscina interrata: ecco la guida che vi svelerà tempi e costi

  • Smagliature addio: cause e rimedi per eliminarle

  • Case e Millenials: ecco il nuovo studio presentato da Ance Verona

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Veronese. Un trattore si ribalta e l'agricoltore perde la vita

  • Rimasto schiacciato sotto il trattore, non c'è stato nulla da fare per il 59enne

  • Tragedia nel Veronese: muore dopo un incidente stradale in scooter

  • Spari e paura a Santa Lucia: 41enne in rianimazione, fermato un uomo

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 giugno

  • Mamma dimentica le chiavi: bimbo di un solo anno resta chiuso in auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento