"L’altra faccia della luna" del regista Luca Caserta alla Biennale del cortometraggio

“L’altra faccia della luna” di Luca Caserta, girato nell’affascinante bosco del Vajo Borago vicino ad Avesa, sarà presentato il 12 aprile alla Biennale del Cortometraggio di Vicenza

Il cortometraggio “L’altra faccia della luna” del regista veronese Luca Caserta è tra le case history di successo che sono state selezionate per essere presentate come esempi di eccellenza produttiva cinematografica veneta all’interno dell’evento “Pitch & Short”, che sarà ospitato venerdì 12 aprile a partire dalle ore 15.00 presso il Chiostro di Santa Corona a Vicenza nell’ambito della Biennale del Cortometraggio. Il film, prodotto da Nuove Officine Cinematografiche e girato da Caserta alla macchina da presa con sola luce naturale nel bosco del Vajo Borago e sul Monte Ongarine (Avesa – VR), ha partecipato a numerosi Festival nazionali e internazionali, riscuotendo notevoli consensi, tra i quali la Menzione d’Onore al Canada World’s International Film Festival 2017.

Protagonista del cortometraggio, scritto da Luca Caserta insieme ad Adamo Dagradi, l’attore Francesco Laruffa. In occasione dell’evento, il regista racconterà al pubblico presente a Vicenza la genesi del progetto, addentrandosi negli aspetti produttivi e artistici che hanno portato alla realizzazione di “L’altra faccia della luna” e della “trilogia del doppio”, di cui il film fa parte insieme a “Dentro lo specchio” e “Dal profondo”, quest’ultimo distribuito da tempo in tutto il mondo dalla società statunitense IndiePix Films.

La trilogia di Caserta, definita “gotica” dal critico cinematografico di Ciak Stefano Lusardi, indaga il tema del doppio in chiave psicanalitica utilizzando il genere come metafora. Ha riscosso negli anni ottimi apprezzamenti da parte della stampa nazionale ed estera, partecipando a importanti Festival (Festival di Cannes, Premi David di Donatello, European Short Film Festival di Berlino, Los Angeles Cinefest, Festival di Clermont-Ferrand, Hollywood Screenings Film Festival, per citarne alcuni) e ottenendo prestigiosi riconoscimenti.

Luca Caserta, formatosi in Filmmaking all’Accademia di Cinema di Cinecittà (Roma), diretta dal compianto Carlo Lizzani (uno dei padri fondatori del Neorealismo), sotto la guida di Cristiano Bortone, Giuseppe Pinori, Giuseppe Berardini, Daniele Nannuzzi e altri grandi maestri che hanno fatto la storia del Cinema italiano, si è specializzato in regia e sceneggiatura cinematografica, approfondendo anche tutti gli aspetti tecnici e artistici legati al montaggio, alla macchina da presa e all’utilizzo della luce. Ha già all’attivo un nuovo cortometraggio, da poco concluso e attualmente in circuitazione nei Festival.

All’attività registica affianca anche quella di giurato in alcuni Festival, tra cui il Sunset Film Festival di Los Angeles e il Festival Schermi d’Amore, per il quale ha curato la Sezione Cortometraggi “Amori in corto” dell’Edizione 2019. Attualmente è al lavoro su nuovi progetti, tra cui un documentario incentrato sulla Resistenza nell’Altopiano del Cansiglio e la sceneggiatura di un lungometraggio drammatico. L’evento “Pitch & Short” è organizzato da AGICI Triveneto in collaborazione con la Biennale del Cortometraggio di Vicenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento