Fame: la nuova stagione di teatro di Fucina Culturale Machiavelli e La Fucina dei Piccoli

Presentati i cartelloni di teatro per adulti e per bambini e famiglie

Romeo e Giulietta - Teatro del Lemming

Una stagione con un tema chiaro: Fame. È infatti la fame di cultura che la nuova stagione di Fucina Culturale Machiavelli si propone di stuzzicare e soddisfare con una proposta culturale, teatrale e musicale di alta qualità, che possa stimolare menti assetate, nutrire l'immaginazione dei più piccoli, suscitare curiosità per nuovi gusti con proposte diverse e sfiziose. Un tema che strizza l'occhio, solo per parodizzarlo, al famoso motto che con la cultura non si mangia e che invita a non cedere invece a un senso fasullo di sazietà, ovvero la noia.

Fame è il manifesto di un'impresa culturale nata quattro anni fa sul presupposto che la cultura nutre la società, e deve pertanto tornare al centro del dibattito pubblico e del vissuto quotidiano.

Fame di Teatro

Per chi ha "Fame" di teatro, Fucina Culturale Machiavelli presenta una stagione di alto profilo che porta in scena grandi nomi del panorama nazionale (Andrea Cosentino, Marco Baliani, Teatro del Lemming, Fanny&Alexander) accanto a compagnie emergenti e ad artisti veronesi che propongono in Fucina alcune nuove produzioni in prima assoluta.

La stagione apre con Andrea Cosentino, insignito lo scorso anno del Premio Speciale Ubu, con la sua ultima produzione “Kotekino riff”. Il 14 novembre alle 21, per la terza volta in Fucina, Cosentino porta in scena “un’esercitazione comica sulla praticabilità della scena”, elucubrando sul senso di fare spettacolo, ma sempre attraverso la sua comicità irrefrenabile.

Segue il 30 novembre un appuntamento imperdibile per gli amanti del teatro interattivo, già sperimentato con successo in Fucina. Il gioco a premi proposto da Gli Omini in L’Asta del santo è stato selezionato infatti dagli Spettatori Artistici, un gruppo di spettatori appassionati che hanno partecipato insieme alla Direzione Artistica di Fucina Culturale Machiavelli ad una giornata di visione di video e selezione degli spettacoli da inserire in cartellone, nell’ambito di un percorso di audience engagement che Fucina porta avanti da anni, volto a rafforzare il lavoro sul territorio e coinvolgere il pubblico come parte integrante e fondamentale della proposta culturale.

Nella stagione trova spazio anche la coreografa veronese Camilla Monga, che insieme a Cabeki il 7 dicembre propone uno spettacolo di teatro danza, Portraits, che indaga il rapporto tra astratto e concreto, cercando di ricollocare le gerarchie tra musica e danza e instaurare un dialogo. Il 18 gennaio Regina Mab, la rock-band capitanata da Franco Manzini presenterà Charles che scalava le piramidi, uno spettacolo con musiche originali del gruppo, che parla della storia di Carlo Charles Ponzi, ma anche di successo e globalizzazione.

Andrea De Manincor, sarà in Fucina quest’anno con Un calcio a Hitler, monologo liberamente tratto dal libro “Deportato I 57633” di Manuela Valletti, in scena il 25 gennaio.

Il 28 febbraio è in programma il nuovo appuntamento di Teatro Clandestino, format amato dagli spettatori veronesi: luogo e titolo dello spettacolo sono segreti, verranno svelati ai partecipanti tramite sms, solo dopo l’acquisto del biglietto.

In cartellone il 7 marzo, Peppa Pig prende coscienza di essere un suino, testo del drammaturgo italiano del momento, Davide Carnevali, interpretato da Fabrizio Martorelli, un viaggio tragicomico dall’esperienza di paternità al ruolo dell’artista nella società.

La stagione si fa interessante con Teatro del Lemming, in Fucina il 15 febbraio con Giulietta e Romeo - Lettere dal Mondo Liquido e una storia che colloca l’amore quasi mitologico della coppia più famosa e tragica di sempre in una società precaria e senza certezze; e con Marco Baliani in Koolhaas, mai presentato a Verona. L’attore, autore e regista che ha segnato la scena teatrale nazionale, porta in scena il suo famoso spettacolo del 1989, che prende spunto da un fatto di cronaca del 1500 per parlare di una spirale di violenza.

Dalla collaborazione con Are We Human, giunta al secondo anno, nasce la proposta di altri tre spettacoli in stagione: Fanny e Alexander, con il capitolo finale della trilogia “Se questo è Levi”, “I sommersi e i salvati”, ma anche Ateliersi Teatro con Cos’è un gap? e Teatro del Lemming.

Fame di spettacolo: La Fucina dei Piccoli

Teatro per bambini e famiglie

Confermata e ampliata la stagione di teatro per bambini e famiglie La Fucina dei Piccoli, giunta quest’anno alla terza edizione, con sette spettacoli sempre la domenica pomeriggio alle 16.30. Si aprirà il 3 novembre con il meraviglioso Teatro del Buratto in Lupi buoni e tori con le ali, una storia per non arrendersi agli stereotipi e costruire il proprio destino, cui seguirà, il 24 novembre, Riserva Canini e Campsirago Residenza con Non ho l’età e Cuordiferro di Compagnia Clochart l’8 dicembre.

Alla Fucina dei Piccoli ci saranno anche grandi ritorni, con gli attori di Stivalaccio Teatro, quest’anno in scena il 22 dicembre con La Bella e la Bestia, e Teatro Telaio con Nido il 16 febbraio, in una storia su una famiglia che accoglie un nuovo arrivato e sui momenti prima della nascita.

Due le produzioni originali: la prima grazie alla collaborazione consolidata con Caesura Teatro, che ne cura testo e regia, porta in cartellone La Sirenetta, con musiche originali suonate dal vivo da Ensemble Machiavelli il 2 febbraio; chiude infine in bellezza Il Carnevale degli Animali il 1 marzo, produzione musicale di Fucina Culturale Machiavelli con le celeberrime musiche di C. Saint-Saens suonata dall'Orchestra Machiavelli, con l'aiuto di due presentatori pennuti e pelosi e dedicata ai piccolissimi.

Formazione

Due i corsi di teatro in partenza per bambini, di cui sono ancora aperte le iscrizioni, diversificate dai 4 ai 10 anni: per approcciarsi all’esperienza teatrale attraverso il gioco. Inoltre, in partenza il 6 novembre il corso di teatro per adulti “Indagare la scena”, con gli attori di Caesura Teatro e Matteo Spiazzi.

Informazioni e contatti

Web: https://www.fucinaculturalemachiavelli.com/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento