Il Consorzio Tutela Vini Valpolicella premiato come territorio eco-friendly al Merano Winefestival

Il prestigioso riconoscimento conferito dalla guida del Touring ViniBuoni d'Italia e Verallia verrà consegnato al Presidente del Consorzio Christian Marchesini nel corso della cerimonia che si terrà sabato 9 novembre 2013

Il Consorzio Tutela Vini Valpolicella premiato come territorio eco-friendly al Merano WineFestival per il progetto "Riduci Risparmia Rispetta", che promuove la vitivinicoltura sostenibile.

Il prestigioso riconoscimento conferito dalla guida del Touring ViniBuoni d'Italia e Verallia verrà consegnato al Presidente del Consorzio Christian Marchesini nel corso della cerimonia che si terrà sabato 9 novembre 2013 alle ore 10,30 nel Teatro Puccini, adiacente al Kurhaus, cornice della manifestazione enologica.

Il Consorzio Valpolicella è stato precursore di un produzione vitivinicola sostenibile, investendo già da alcuni anni significative risorse nel progetto "Riduci Risparmia Rispetta". Si tratta di una serie di azioni che rientra in una filosofia di accrescimento del livello di ecosostenibilità della produzione vitivinicola locale, nel duplice intento di salvaguardare la qualità del territorio e il rapporto con le comunità e di migliorare la qualità intrinseca del vino, assecondando nel contempo la crescente sensibilità dei consumatori nei confronti delle tematiche ambientali.

Un'attività non meramente tecnica, ma parte integrante della politica di tutela della denominazione Valpolicella, che si è concretizzato in una serie di iniziative volte a favorire la corretta applicazione dei fitofarmaci in difesa della vite, così come previsto dalle direttive europee in materia. Per iniziativa del Consorzio si sono svolte giornate dimostrative in campo sul corretto uso delle macchine irroratrici per contenere il fenomeno della deriva e sulla gestione della chioma, convegni sulla prevenzione dell'inquinamento ambientale e sulle tecniche di lotta integrata ai parassiti della vite. Innovativa, a questo proposito, l'adozione nel corso di quest'anno della "confusione sessuale" per il controllo degli insetti fitofagi (il più noto dei quali è la temuta tignola).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo metodo naturale prevede l'utilizzo in vigneto di feromoni sessuali che confondendo gli insetti ne limitano fortemente la riproduzione, salvaguardando di conseguenza le piante. Come afferma il presidente del Consorzio di Tutela Christian Marchesini: "La sostenibilità della viticoltura in Valpolicella è l'obiettivo a medio termine del Consorzio, per una maggior consapevolezza e coinvolgimento dei produttori nella salvaguardia del territorio e arrivare ad una garanzia di eticità nella produzione che conferisca ulteriore valore aggiunto alla denominazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

Torna su
VeronaSera è in caricamento