Sciopero Auchan e Sma, presidio davanti alle Porte dell'Adige di Bussolengo

Mercoledì di protesta organizzato da Filcams Cgil, Uiltucs Uil e Fisascat Cisl, i quali accusano Conad di non garantire tutele occupazionali e contrattuali dopo l'acquisizione dei punti vendita delle due catene

Un'immagine del volantino con le rivendicazioni sindacali

Lo slogan della catena di supermercati Conad è «Persone oltre le cose». Uno slogan che è stato ripreso per la protesta di domani, 30 ottobre, che Filcams Cgil, Uiltucs Uil e Fisascat Cisl hanno intitolato «Il lavoro oltre le cose».

Domani sciopereranno i lavoratori dei supermercati Auchan e Sma ed uno dei quattro presidi regionali del Veneto si terrà in provincia di Verona, alle 9, davanti al centro commerciale Porte dell'Adige di Bussolengo, centro commerciale che ospita un supermercato Auchan.
Conad, infatti, ha acquisito la rete di vendita di Auchan e Sma. Un'operazione che coinvolge 269 punti vendita in dodici regioni e 18mila dipendenti. E proprio per chiedere garanzie sull'occupazione di questi lavoratori che i sindacati si sono mobilitati con una vertenza sfociata nello sciopero di domani.

Il rischio esuberi è stato paventato dai sindacati dopo il passaggio dei primi 109 punti vendita Auchan e Sma in Conad. Per Filcams, Uiltucs e Fisascat, la nuova proprietà non ha saputo garantire le tutele occupazionali e contrattuali richieste per i circa 5.700 lavoratori di questi primi punti vendita interessati. E per gli oltre 11mila restanti il destino è altrettanto incerto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con lo sciopero di domani, i sindacati chiedono l'intervento del Ministero dello sviluppo economico. «Non ci si può permettere che i problemi vengano gestiti in modo frammentato e locale, senza un governo centrale che garantisca la salvaguardia occupazionale e la dignita del lavoro», concludono i rappresentanti dei lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento