Mercatone Uno, al Ministero la richiesta per gli ammortizzatori straordinari

I commissari dell'azienda dichiarata fallita hanno consegnato al Mise l'istanza per la proroga del programma di cessione, passaggio indispensabile per l'accesso agli ammortizzatori previsti dalla legge

Mercatone Uno (Foto di repertorio)

Continua nella direzione della tutela del lavoratori l'amministrazione straordinaria della Mercatone Uno, azienda dichiarata fallita da meno di un mese e che solo nel Veronese rischia di lasciare a casa i 37 dipendenti diretti di San Pietro di Legnago.
Ieri, 11 giugno, i commissari di Mercatone Uno hanno consegnato al Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) l'istanza per la proroga del programma di cessione. Si tratta di un passaggio indispensabile per la pubblicazione del nuovo bando di gara per la cessione dei complessi aziendali e per l'accesso agli ammortizzatori straordinari previsti dalla legge.
L'istanza era stata accolta lo scorso 6 giugno dal Tribunale di Bologna, permettendo così la riattivazione dell'attività d'impresa.

È terminata così una fase per la Mercatone Uno. Ora se ne apre una nuova, in cui tutti sperano nell'individuazione di nuovi acquirenti per l'azienda. I commissari straordinari hanno pertanto presentato al Mise le proprie dimissioni per consentire a nuovi commissari di gestire la prossima fase.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento