Lo straordinario nella vita di tutti i giorni, le novità di Martini Mobili

L'azienda di Bovolone ha lanciato un catalogo, dedicato al mix-and-match di tavoli e sedie imbottite

Non solo cucine personalizzabili nei minimi dettagli, anche la sala da pranzo si veste di proposte firmate Martini Mobili.

L'azienda di Bovolone ha lanciato un mix-and-match di tavoli e sedie imbottite che si ispirano ai nomi degli attori e delle attrici più celebri ed amati. Un tuffo nel passato che apre nuovi sguardi sull'interior del futuro. L’ambiente più conviviale della casa si arricchisce così di tavoli con legni pregiati e marmo per esaltare la naturalezza, con inserti in metallo a contrasto, con forme geometriche e lineari, ma anche esempi di stile retrò. Le sedie imbottite creano un’atmosfera soft e riflessiva, grazie ai profili aggraziati e all'uso principalmente di una palette cromatica neutra e moderna.

Martini Mobili propone tavoli e sedie per tutte le cucine, così come per il nuovo programma, Progetto Essenza, disegnato da Arbet Design. Essenza è una proposta in cui la cucina è integrata in un arredo completo e contemporaneo. Quattro i modelli e quattro anche i nuovissimi tavoli presentati. La capacità di soddisfare ogni gusto ed esigenza per Martini Mobili va di pari passo con la garanzia di una qualità artigiana immutata nel tempo, fatta di lavorazioni che aspirano ad esaltare l'eccellenza dei materiali in linea con le ultime tendenze in fatto di interior design.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Caso Balotelli, la Curva Sud dell'Hellas Verona risponde con ironia

Torna su
VeronaSera è in caricamento