Lavoro Chiama Italia, aziende e giovani si sono incontrati in fiera a Verona

Oltre 2000 persone, tra studenti e neolaureati provenienti da diverse zone d'Italia, si sono presentate all'evento: «Ci sono ragazzi che hanno viaggiato tutta la notte per arrivare a Verona, molto determinati e pronti a mettersi in gioco»

Lavoro Chiama Italia

Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna, oltre a Lazio, Veneto e Lombardia. Sono queste le principali regioni di provenienza di studenti e neolaureati che hanno partecipato giovedì alla Fiera di Verona a Lavoro Chiama Italia, primo Career Day nazionale, che ha visto la partecipazione di più di 30 università e 60 aziende italiane e multinazionali con sedi nel nostro Paese.
Nato per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di occupazione, Lavoro Chiama Italia ha voluto contribuire a colmare il divario tra domanda e offerta di posti di lavoro, offrendo opportunità di conoscenza e di contatto tra le imprese e i giovani, a prescindere dalla loro regione di provenienza. L'obiettivo è stato raggiunto, grazie alla partecipazione superiore ad ogni aspettativa di 2000 studenti e neolaureati, che per tutta la giornata hanno animato il quartiere fieristico alla ricerca del lavoro più adatto alle proprie aspirazioni. Anche le aziende presenti hanno manifestato il loro interesse ad intercettare i giovani talenti, a dimostrazione del fatto che c'è ancora un'economia sana che crea occupazione.
Studenti e aziende non sono stati i soli a vivacizzare la giornata: il summit JOPS - Job Placement Summit 2019 è servito anche da punto d’incontro degli uffici placement e dei career services delle università italiane, con la partecipazione, tra gli altri, del giornalista e scrittore Gian Antonio Stella e di Tiziano Barone, direttore di Veneto Lavoro.

image002-6

«Lavoro Chiama Italia – conferma Silvia Zago, amministratore di Area, la società organizzatrice dell'evento – ha raggiunto l’obiettivo: oggi studenti da tutta Italia hanno potuto incontrare e parlare con le aziende, scambiare i loro curricula e farsi un’idea più precisa su richieste e aspettative. Ci sono ragazzi che hanno viaggiato tutta la notte per arrivare a Verona, molto determinati e pronti a mettersi in gioco. Ancora una volta vengono smentiti i luoghi comuni che li descrivono come difficili, schizzinosi o troppo rilassati. C’è una grande voglia di crescere dal punto di vista professionale e raggiungere l’autonomia».

Molto affollati gli stand delle aziende partecipanti, dove si sono tenuti i colloqui per valutare le candidature presentate per le opportunità di lavoro o di stage. Più di 220 i posti di lavoro messi a disposizione dalle aziende su tutto il territorio nazionale. La ricerca si rivolge a profili e competenze molto eterogenee: laureati in discipline STEM (ingegneria, informatica, matematica e fisica), ma anche in materie umanistiche, legate al design, all’ingegneria, all’economia e al turismo. Ad arricchire il career day anche 16 workshop e incontri di approfondimento per conoscere meglio le aziende presenti, i loro settori di attività e le competenze più apprezzate e ricercate nei candidati.

Per avere un’idea più chiara sull'atteggiamento e sulle aspettative con cui i giovani fanno il loro ingresso nel mondo del lavoro, Lavoro Chiama Italia ha realizzato un sondaggio on-line, su di un campione composto da più di 300 persone in target con il pubblico dell’iniziativa. Il sondaggio fotografa un'elevata disponibilità dei giovani alla formazione sul posto di lavoro, ad effettuare trasferimenti e trasferte ma anche ad accollarsi straordinari sia notturni che festivi.

Le risposte al sondaggio mettono però in evidenza anche il vero tallone di Achille per l’ingresso nel mondo del lavoro: un basso livello di fiducia, che fa percepire come “poche” o “pochissime” le opportunità professionali. È anche grazie ad iniziative come Lavoro Chiama Italia, in grado di offrire la possibilità ai giovani di conoscere e farsi conoscere personalmente dalle aziende, che è possibile contrastare una percezione ancora troppo diffusa secondo la quale le imprese sono lontane, e talvolta irraggiungibili, agli occhi dei giovani laureati italiani.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Anziani vittime preferite, blitz contro furti e rapine: 2 grossi colpi nel Veronese

  • Incidenti stradali

    Frontale tra auto: una si ribalta, l'altra finisce nel fossato. 5 persone coinvolte

  • Cronaca

    Anziana raggirata in Valdonega, bottino da 100mila euro per il truffatore

  • Incidenti stradali

    S'incastra con l'auto sotto un mezzo pesante, le sue ferite sono gravi

I più letti della settimana

  • I Ferragnez stupiscono ancora: Chiara Ferragni affitta l'intera struttura di Gardaland per il suo compleanno

  • Aereo precipita nell'Adige con 2 persone a bordo: salvate e portate in ospedale

  • Martedì al cinema con tre euro: ecco i film a disposizione questa settimana

  • Pizzikotto pronto ad aprire a Verona: posti di lavoro ancora disponibili

  • Senza patente, 18enne scappa dalla Stradale: multa fino a 35 mila euro

  • Condannato per l'omicidio di sei donne, Gianfranco Stevanin ora sogna di sposarsi

Torna su
VeronaSera è in caricamento