Anche innovazione e crescita sostenibile nel 29esimo Job&Orienta

Al salone nazionale dell'orientamento, in fiera a Verona, saranno oltre 500 le realtà presenti, tra cui 140 gli atenei italiani, e circa 200 gli appuntamenti culturali con oltre 300 relatori attesi

Job&Orienta (Foto Facebook)

Dal 28 al 30 novembre nella Fiera di Verona si svolgerà l'edizione numero 29 di Job&Orienta, il salone nazionale dell'orientamento, della scuola, della formazione e del lavoro. Saranno oltre 500 le realtà presenti nella rassegna espositiva, tra cui 140 gli atenei italiani, circa 200 gli appuntamenti culturali con oltre 300 relatori attesi negli spazi di incontro e confronto pubblico tra addetti ai lavori, ragazzi e famiglie.
Il tema dell'edizione di quest'anno è «il lavoro che vorrei», con focus sull'orientamento, ma anche sull'innovazione e sulla crescita sostenibile.

Anche quest'anno a Job&Orienta un ricco e articolato programma culturale: dai convegni, i dibattiti e i workshop dedicati alle tematiche più attuali e con ospiti di spicco del mondo dell'economia, della politica e dell'imprenditoria, fino ai laboratori interattivi, le simulazioni, gli spettacoli e i momenti di animazione. Non mancano, infine, le storie e le esperienze sviluppate sul campo e raccontate dagli stessi protagonisti.
E dopo una "sperimentazione" largamente positiva degli scorsi anni, a Job&Orienta si amplia e si rafforza la proposta di formazione per docenti e dirigenti scolastici, con una sezione dedicata: per loro un'opportunità di aggiornamento e sviluppo delle proprie competenze su temi come l'alternanza scuola lavoro, le nuove tecnologie per la didattica, l'innovazione dell'apprendimento.

Due le aree tematiche: «Istruzione ed educazione» e «Università, formazione e lavoro». Sei i diversi percorsi contrassegnati da differenti colori: all’interno della prima sezione espositiva, i percorsi «Educazione, Scuola e Formazione Docenti» (arancione), «Tecnologie e Media» (oro) e «Lingue straniere e Turismo» (verde); nella seconda area tematica ci sono i percorsi «Formazione accademica» (blu), «Formazione professionale» (argento) e «Lavoro e Alta formazione» (rosso).

presentazione-job-orienta-2
(La presentazione di Job&Orienta 2019)

Promosso da Veronafiere e Regione del Veneto, in collaborazione con i ministeri dell'istruzione, del lavoro e delle politiche sociali, Job&Orienta valorizzerà e rafforzerà anche quest'anno il dialogo tra scuole e imprese, ponendosi come luogo di raccordo tra i due mondi.
A presentare ufficialmente l'evento, il presidente di Veronafiere Maurizio Danese: «Job&Orienta approfondisce e promuove i temi dell'orientamento e la formazione, impegnandosi nell'abbattere quel muro invisibile che separa istruzione e lavoro grazie a un percorso di sintesi tra questi due mondi. In tutto questo tempo Veronafiere ha sempre fatto la propria parte, mettendo a disposizione l’esperienza, le strutture e il suo sistema di relazioni, nel riunire intorno a un progetto comune attori molto diversi. Un ruolo che con orgoglio vogliamo continuare a portare avanti, consapevoli che un futuro sostenibile a livello sociale, ambientale ed economico non può prescindere dalle competenze e dai valori che solo una buona scuola può fornire ai giovani».
Claudio Gentili, coordinatore del comitato scientifico di Job&Orienta, ha aggiunto: «Al centro quest'anno ci sarà l'innovazione delle scuole e delle imprese per orientare gli studenti alla buona formazione, quella che assicura ai giovani un lavoro che soddisfa e alle aziende i tecnici che cercano e spesso non trovano: basti pensare che le imprese della meccanica, della moda, del food, dell'ict assumeranno oltre 250mila giovani nei prossimi cinque anni, e c’è necessità di colmare il gap tra domanda e offerta per questi settori del made in Italy. Con uno sguardo naturalmente alla crescita sostenibile: mettere insieme minore spreco di risorse e maggiore produttività».
L'assessore regionale Elena Donazzan ha evidenziato: «Job&Orienta rende Verona da anni il centro delle politiche italiane dell'istruzione, della formazione e del lavoro, il punto di riferimento per definire le strategie di medio e lungo termine, perché qui si concentrano in tre giorni tutti i più significativi portatori di interesse, soggetti istituzionali e privati, per scrivere il quadro della nostra nazione che vogliamo possa confrontarsi in un contesto europeo e internazionale».
A sottolineare quanto sia fondamentale nei percorsi didattici un buon orientamento come condizione del successo formativo e professionale è stata Augusta Celada, direttore generale dell'ufficio scolastico regionale per il Veneto: «La ventinovesima edizione di Job&Orienta pone il focus sulle nuove frontiere dell'orientamento scolastico e professionale. Gli eventi vertono sull'innovazione didattica come motore dell'efficacia dell'insegnamento e sull'orientamento come condizione di un riuscito percorso di studi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento