Danni all'agricoltura del maltempo, in Veneto tutti i raccolti sono a rischio

Il presidente Luca Zaia ha disposto che i decreti di stato di crisi varati il 5 e il 21 maggio scorso siano estesi anche agli ultimi eventi meteorologici avversi

Colture danneggiate dal maltempo

Il maltempo dei questi giorni non è stato altro che la coda di una serie di eventi atmosferici insoliti per maggio. Questo mese è sembrato più autunnale che primaverile e questo ha creato danni alle principali produzioni agricole di tutta la Penisola.

È stato un maggio anomalo, caratterizzato da forti piogge e grandinate, nonché da un brusco abbassamento delle temperature in molte aree del Paese - ha commentato il presidente di Copagri Franco Verrascina -  Da Nord a Sud, sono state danneggiate a macchia di leopardo le principali colture ortofrutticole. E a soffrirne è anche il comparto zootecnico, a causa delle intense precipitazioni che hanno compromesso, in alcuni irrimediabilmente, la fienagione.

Per il presidente di Copagri dunque l'agricoltura è in ginocchio e anche in Veneto tutti i raccolti sono a rischio, dal cerealicolo al vitivinicolo e dal foraggero all'ortofrutticolo, con ripercussioni anche a livello qualitativo che si temono in particolare per le coltivazioni di ciliegie, piselli e mais.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E in considerazione dei nubifragi che hanno interessato la regione, il presidente del Veneto Luca Zaia ha disposto che i decreti di stato di crisi varati il 5 e il 21 maggio scorso siano estesi anche agli ultimi eventi meteorologici avversi. Il presidente, inoltre, è tornato a sollecitare il Governo affinché, considerata la gravità della situazione dell'agricoltura anche a livello nazionale, possa essere adottato uno specifico provvedimento di emergenza per il settore.
Gli uomini dell'assessorato all'agricoltura e i tecnici di Avepa sono già impegnati nell'effettuare rilevazioni e verifiche dei danni subiti dalle colture e dalle aziende agricole così da poter inviare un censimento ai ministeri interessati nel più breve tempo possibile. Nel frattempo, il presidente Zaia invita i sindaci a predisporre quanto prima il censimento dei danni subiti dai propri territori e a darne comunicazione alla Regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento