Cimice asiatica, Coldiretti chiede a gran voce l'arrivo della Vespa Samurai

L'organizzazione ha scritto all’Assessore regionale all’agricoltura Giuseppe Pan, chiedendo di sollecitare il Ministero dell’Ambiente per l'utilizzo di antagonisti utili a contrastare l'insetto alieno

Cimice asiatica

Non c’è pace tra i frutticoltori veneti che dopo aver dichiarato danni per 100 milioni di euro alle coltivazioni a causa della cimice asiatica, stanno per prepararsi alla prossima stagione ancora con l’insicurezza delle azioni previste per contrastare l’insetto alieno.
Per questo motivo Coldiretti, il 9 gennaio, ha scritto all’Assessore regionale all’agricoltura Giuseppe Pan al fine di sollecitare l’intervento del Ministero dell’Ambiente per approntare le strategie di difesa biologica con l’uso dei antagonisti autoctoni e non. «Per l’impiego della Vespa samurai, infatti, serve apposita autorizzazione ministeriale», sostiene Coldiretti che chiede, a tal proposito, di accelerare l’iter burocratico.

«Le misure di contenimento sono necessarie - si legge nella lettera – diversamente si rischia di mettere in ginocchio definitivamente comparti che soffrono già della crisi di mercato, ma anche produzioni che invece presentano una buona risposta commerciale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Investimento sui binari: circolazione dei treni sospesa sulla Verona-Bologna

Torna su
VeronaSera è in caricamento