Studio della Cgia rivela: «Piccole imprese pagano doppio delle tasse dei colossi web»

«Un’ingiustizia che grida vendetta», la definisce il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia

tasse

«Se le nostre Pmi hanno un carico fiscale complessivo che si attesta al 59,1% dei profitti, le multinazionali del web presenti in Italia, o meglio le controllate di questi giganti economici ubicate nel nostro Paese, registrano un tax rate del 33,1 %». È quanto si legge in una nota della Cgia di Mestre che specifica inoltre come entrambi questi dati si riferiscano al 2018.

«Premesso che i dati sono desunti da fonti diverse, - sottolinea il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia Paolo Zabeo - quindi non comparabili da un punto di vista strettamente scientifico, è comunque verosimile ritenere che sulle piccole imprese il carico fiscale sia quasi doppio rispetto a quello che grava sui giganti tecnologici presenti in Italia. Un’ingiustizia che grida vendetta, non tanto perché su questi ultimi grava un peso fiscale relativamente contenuto, ma per il fatto che sulle nostre Pmi il peso delle tasse e dei contributi è tra i più elevati d’Europa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Investimento sui binari: circolazione dei treni sospesa sulla Verona-Bologna

Torna su
VeronaSera è in caricamento