Zaia: «Inail dia linee guida generali e le Regioni diano quelle specifiche»

Il presidente del Veneto è convinto che dal 18 potrà aprire tutto, ma prosegue la sua battaglia per le condizioni con cui le attività potranno ripartire

 

Sembra ormai chiusa la trattativa tra lo Stato e le Regioni sul quando riaprire le attività economiche ancora chiuse per l'emergenza coronavirus, rimane da stabilire il come potranno riaprire. E questo è il tema affrontato dal presidente della Regione Veneto Luca Zaia nei suoi quotidiani aggiornamenti. Tema affrontato nei giorni scorsi ed anche oggi, 15 maggio, ed incentrato soprattutto sulle linee guida diffuse da Inail per indicare a commercianti ed artigiani le modalità con cui potranno riaprire in sicurezza. Queste modalità, però, sono definite troppo rigide da Zaia, il quale chiede in Veneto vengano adottate le linee guida redatte dalla Regione. Queste linee guida regionali sono già pronte, Zaia oggi le ha mostrate, ma ha deciso di non diffonderle ancora, perché ancora non è certo che siano queste le regole valide per il territorio regionale.

Prima di affrontare il tema delle riaperture, Zaia ha letto i dati del bollettino regionale ed ha comunicato alcuni dettagli emersi durante l'ultimo confronto tra il Governo e le Regioni. «Il Governo ha anticipato che intende adottare due provvedimenti, un decreto legge e un decreto del presidente del consiglio - ha riferito il presidente del Veneto - L'intenzione è quella di stabilire delle date per l'apertura delle spiagge e delle attività economiche, ma verrà data la possibilità alle Regioni di anticipare queste aperture». E questo è positivo per Luca Zaia, che vorrebbe aprire tutto lunedì prossimo, 18 maggio, e che quindi potrebbe avere facoltà di farlo, se il Governo manterrà la linea concordata con le Regioni.
Il vero problema ora sono le linee guida dell'Inail. «Il Governo ha detto che potremmo adottare linee guida regionali, nel rispetto di quelle nazionali - ha spiegato Zaia - L'Inail non ha fatto delle linee guida, l'Inail ha indicato i metri di distanza nelle spiagge e anche nei ristoranti. Questa è la questione su cui bisogna trovare una soluzione. Le linee guida dell'Inail devono essere un riferimento, non possono essere precise al millimetro, altrimenti non sono più linee guida».
Quindi, l'auspicio di Zaia è quello di far riaprire in Veneto tutte le attività economiche il prossimo lunedì, nel rispetto delle norme per la sicurezza stabilite dalla Regione. Sulla prima parte non ci dovrebbero essere problemi, sulla seconda non ci sono certezze. Bisognerà dunque attendere i provvedimenti del Governo che sono ancora in discussione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento