Zaia annuncia il piano d'emergenza contro il coronavirus: «Ci prepariamo al brutto tempo»

Nuovo appello ai cittadini veneti: «Non andate al supermercato due o tre volte al giorno come scusa per fare la passeggiata»

 

«Con questo virus, per come si sta comportando e per la capacità di mutare, ci vuole molta prudenza», lo ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia questa mattina, domenica 15 marzo, nel consueto punto stampa giornaliero. Lo stesso presidente di regione ha però ribadito che si sta facendo di tutto per farsi trovare pronti dinanzi al "brutto tempo" in arrivo: «Identificheremo dei "centri Covid-19" in ogni provincia, - ha spiegato il presidente Zaia - si tratta di ospedali che diventeranno, all'occorrenza, totalmente dedicati ai cittadini malati di coronavirus». Tra questi ospedali Zaia ha citato, per quel che riguarda la provincia di Verona, l'ospedale di Borgo Roma (un'ala dell'ospedale) e quello di Villafranca di Verona.

In particolare Zaia ha illustrato quelli che sono i numeri del cosiddetto "piano Marshall" contro l'emergenza coronavirus che prevede una riorganizzazione delle strutture ospedaliere venete. I posti in terapia intensiva saliranno dai 494 di base agli 825 con i nuovi allestimenti, oltre 383 in semi intensiva, mentre per quel che riguarda i posti di terapia nei reparti di "Infettive" salirebbero a 1.777, per un totale di circa 3.000 posti totali. Il governatore Zaia ha quindi aggiunto che sono stati riattivati anche alcuni ex presidi ospedalieri «per circa 740 nuovi posti».

Zaia ha in seguito rivolto un appello a tutti i cittadini veneti, ribadendo la necessità di stare a casa per limitare il contagio, in particolare anche a quelli che si recano ai supermercati: «Faccio questo appello perché me lo chiedono i commercianti stessi: i veneti non devono andare al supermercato due o tre volte a giorno come scusa per fare una passeggiata. - ha spiegato Zaia - Si va al supermercato per fare la spesa solo quando necessario, poi si resti a casa il più possibile. Facciamo attenzione - ha poi aggiunto Zaia - perché l'unica alternativa alle attuali misure di contenimento è il coprifuoco». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento