Yacht incagliato sul Garda. Salvataggi a buon fine della guardia costiera

I militari hanno dovuto aiutare anche un diportista che con il suo natante era intervenuto a supporto dello yacht. Aveva rotto gli ormeggi ed era in balia delle onde

Guardia costiera (foto di repertorio)

Disavventura con lieto fine tra l'8 e il 9 luglio sul lago di Garda dove uno yacht di 15 metri si era incagliato sugli scogli a sud dell'Isola del Garda.

Nel primo pomeriggio di sabato 8 luglio, i militari della guardia costiera sono intervenuti accertando le buone condizioni di salute del conducente e proprietario dello yacht bloccato negli scogli in seguito ad un improvviso fortunale. Le operazioni di disincaglio era state programmate per la mattina seguente e intanto un uomo era rimasto sullo yacht per fare la guardia. All'1 di notte però il guardiano, nel panico, ha chiamato il numero di emergenza 1530 perché le condizioni meteo erano peggiorate. La guardia costiera è così tornata sul posto per recuperare il malcapitato e all'1.40 l'operazione di salvataggio si è conclusa con lo sbarco a Salò. Il guardiano è stato poi affidato alle cure del 118.

I militari hanno poi proseguito la navigazione per assistere anche un'altra imbarcazione che nel frattempo era intervenuta a supporto dello yacht incagliato. Il natante aveva rotto gli ormeggi ed era in balia delle onde. La seconda operazione di soccorso si è conclusa con successo alle 2.40.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento