Virus West Nile, nuove infezioni nella Bassa veronese: primi due casi riscontrati a Cerea

A Cerea sono stati colpiti dal virus un ragazzo di 35 anni e un uomo 80enne

ph Facebook Marco Franzoni sindaco di Cerea

Crescono i casi di infezione da virus West Nile, trasmesso dalle zanzare Culex Pipiens, nel territorio della bassa veronese. In particolare due nuovi casi, fortunatamente definiti come «non gravi», sono stati nelle ultime ore riscontrati nel Comune di Cerea.

A darne notizia è stata direttamente il primo cittadino Marco Franzoni: «A seguito della comunicazione arrivata ieri dall'Asl, veniamo informati di due casi accertati di infezione West Nile. - ha dichiarato il sindaco di Cerea - Le persone colpite sono un ragazzo di 35 anni, ricoverato il 6 agosto e dimesso il giorno successivo con forma febbrile lieve e un signore di 80 anni, ricoverato il 20 agosto con forma neuro invasiva non grave e previsto in dimissione in questi gg come comunicatoci in queste ore dai familiari».

«Come da precedente comunicazione, - ha quindi aggiunto il sindaco Franzoni - siamo ora a seguire l'iter previsto da ASL/Regione con intervento ad hoc di disinfestazione nelle aree di residenza interessate nei due casi: via Calcara e via Pascoli».

Nel frattempo l'Ulss 9 Scaligera ha dato comunicazione ad altri due Comuni della Bassa di aver riscontrato nuovi casi di contagio, a Castagnaro ed Oppeano. Si tratta rispettivamente di un giovane 25enne, fortunatamente già ripresosi dopo aver contratto la malattia in forma lieve, e di un uomo sessantenne che, dopo essere stato ricoverato in ospedale, è stato già dimesso e proseguirà ora le cure da casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In seguito ai casi umani accertati di "West Nile Disease" anche a Legnago, l'Amministrazione Comunale ha invece fatto sapere di aver disposto la distribuzione gratuita di blister di "Aquatain Drops", con priorità ai residenti nelle aree interne ai 500 metri dai luoghi in cui sono stati individuati i casi umani. Il prodotto potrà essere ritirato presso l'Ufficio Tecnico del Comune dal 3 al 14 settembre 2018, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento