«Palpeggiata al seno da uno sconosciuto sul lungolago», la denuncia di una ragazza

I carabinieri hanno fermato l'uomo indicato dalla ragazza come il responsabile del gesto, al quale è stato contestato il reato di "violenza sessuale" ed ora è agli arresti domiciliari

carabinieri in azione - immagine d'archivio

I carabinieri della stazione di Bardolino hanno arrestato, nella mattinata del 24 luglio, un uomo ritenuto responsabile di "violenza sessuale" ai danni di una giovane. La centrale operativa della compagnia carabinieri di Peschiera Del Garda aveva inviato a Garda, in via XX Settembre una pattuglia della stazione di Bardolino, poiché un ragazzo aveva segnalato che, alcuni minuti prima sul vicino lungolago Regina Adelaide, la sua fidanzata sarebbe stata vittima di molestie sessuali con annessi palpeggiamenti.

Le molestie, secondo le accuse mosse dalla vittima e dal fidanzato, sarebbero state commesse da un cittadino straniero di nazionalità bengalese, il quale si sarebbe poi allontanato in direzione del centro del paese. Il ragazzo ha fornito ai militari intervenuti una dettagliata descrizione del presunto autore del reato, riferendo in particolare che era munito di un bastone in legno, verosimilmente utilizzato per darsi sostegno. La pattuglia si è quindi posta alla ricerca del soggetto descritto, individuandolo dopo breve tempo.

Una volta riusciti a bloccare il sospettato, i carabinieri hanno raggiunto la vittima che, ancora sconvolta e in stato di shock, era rimasta sul luogo dell’evento e, alla vista dell’autore del reato, ha avuto comunque la forza di riconoscerlo. In particolare, la donna ha riferito che verso le ore 11 circa, mentre stava passeggiando in bicicletta sul lungolago di Garda insieme al fidanzato, aveva deciso di fermarsi sul pontile di lungolago Regina Adelaide per scattare delle foto al panorama, mentre il suo ragazzo si era seduto su una panchina poco distante. Proprio mentre si stava posizionando alla fine del pontile, il cittadino bengalese, secondo il racconto della giovane, si sarebbe avvicinato alla ragazza e le avrebbe palpeggiato il seno destro.

Girandosi di scatto, la giovane si sarebbe così resa immediatamente conto della violenza patita e, spaventata, si sarebbe poi allontanata in cerca di aiuto. Il fidanzato della giovane si sarebbe quindi messo all’inseguimento del presunto responsabile del palpeggiamento, il quale nel frattempo avrebbe cercato di far perdere le sue tracce dandosi alla fuga in direzione del centro di Garda. Il giovane ha quindi poi allertato i carabinieri che sono giunti prontamente sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari hanno così potuto raccogliere la denuncia-querela della vittima e le testimonianze di altre persone che avevano assistito all’evento, giungendo ad imputare al cittadino bengalese il reato di "violenza sessuale" e dichiarandolo pertanto in arresto. L’uomo, a seguito del giudizio direttissimo, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento