Nessun ferito per i botti di Capodanno, ma malori per eccesso di alcol

Per i petardi sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per spegnere qualche cassonetto in fiamme. Il 118 ha dovuto soccorrere solo cittadini che avevano bevuto troppo. Ma attenzione ai botti inesplosi

(Foto di repertorio)

Sono stati ventiquattro gli interventi dei vigili del fuoco di Verona nella notte di Capodanno. Nessuno di questi è stato particolarmente grave. Si segnalano solo dei cassonetti incendiati da botti; roghi comunque di ridotta entità e subito spenti dai pompieri.
E se in vigili del fuoco hanno avuto da fare principalmente a causa dei fuochi d'artificio, gli uomini del 118 sono dovuti intervenire più che altro per l'alcol in questo inizio di 2019. Dodici le persone soccorse a causa dei bicchieri di troppo. Malori che per fortuna si sono risolti nel migliore dei modi.

E l'alcol è probabilmente anche la causa di un incidente stradale avvenuto questa mattina alle 8 a Legnago. Un uomo è andato fuori strada con la sua auto, riportando ferite lievi. A soccorrerlo anche i pompieri, perché l'automobilista era rimasto incastrato nella sua vettura.
Altri incidenti si sono verificati a Verona, in via Pedrotta e in via Pontida, ma anche questi come quello di Legnago sono stati di bassa gravità.
L'unico decesso segnalato nella notte dal 118, è quello del 70enne morto, probabilmente per un malore, mentre andava in bicicletta a Nogara.

Nessun ferito grave a causa dei botti nella notte di Capodanno, ma il bollettino non può dirsi chiuso. Può capitare infatti che qualcuno raccolga dei petardi inesplosi in questi giorni. Petardi che potrebbero esplodere in mano, provocando lesioni agli arti o agli occhi. Per questo, è sempre valido il consiglio di ignorare i botti non esplosi e abbandonati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Rientrata l'allerta smog a Verona, da venerdì tornano in strada le Euro 4

  • Cronaca

    Incastrato dalle indagini, dopo aver rapinato due donne nella loro casa

  • Politica

    «Cari cittadini del Sud...». Letterina sull'autonomia del presidente Zaia

  • Attualità

    PaP: «Licenziamenti in vista alla Sime: a pagare sono sempre i lavoratori»

I più letti della settimana

  • Risponde ad annuncio per baby sitter, ragazza violentata. Coppia veronese in manette

  • Rapina al "Famila" di Cologna Veneta: arrestato dopo colluttazione con il personale

  • Grazie al "Magic Hotel", Gardaland Resort diventa il primo polo italiano negli hotel a tema

  • Stupra la baby sitter e viene arrestato: era stato minacciato con una katana a Trieste

  • Donna trovata morta sulla riva del fiume al porto San Pancrazio

  • Ancora allerta smog a Verona, prosegue il blocco anche delle Euro 4

Torna su
VeronaSera è in caricamento