Verona, violentati da dodici sacerdoti del Provolo: gli ex allievi adesso chiedono i risarcimenti

Il presidente dell'associazione sordi Dalla Bernardina ha riferito di aver tentato di portare alla luce cosa accadeva nell'istituto ma per molti anni, a causa dell'impossibilità di parlare, non è stato compreso

Alla diocesi di Verona arriveranno richieste di risarcimento per i presunti abusi sessuali subiti da alcuni sacerdoti. E’ questa l’ultima mossa degli ex allievi dell’Istituto per sordomuti “Antonio Provolo” e quanto annunciato da Maurizio Turco, esponente dei Radicali italiani durante una riunione alla Camera dell’associazione sordi “A. Provolo”. "Si voleva evitare la politica dei risarcimenti - ha detto Turco - ma evidentemente è l'unico linguaggio che li porta a più miti consigli”.

"Visto che non abbiamo avuto giustizia - ha aggiunto il presidente dell’associazione, Giorgio Dalla Bernardina - chiediamo i risarcimenti per i danni e le sofferenze subite per tanti anni". Dalla Bernardina ha riferito di aver tentato di portare alla luce cosa accadeva nell’istituto ma per molti anni, a causa dell’impossibilità di parlare e spiegandosi a gesti, non è stato compreso. "Mia mamma veniva a trovarmi una volta al mese, io cercavo di farle capire le violenze che subivo ma non ero compreso. Sono anche scappato due volte dal collegio ma mi hanno riportato dentro e picchiato. Sono stato al Provolo fino a 22 anni e ne ho visti tanti di ragazzi che subivano violenze sessuali e fisiche".

Secondo l’Associazione sordi sarebbero dodici i sacerdoti accusati ancora in vita per i quali non sono stati presi provvedimenti. I fatti contestati sarebbero accaduti dagli anni ’50 al 1984. Secondo Turco, si dovrebbe anche far luce sul contenzioso di Tenuta Cervi, area nel territorio di San Zeno di Montagna che la Fondazione avrebbe lasciato in eredità ai bambini sordomuti, “e non nelle mani di coloro che li hanno violati”.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • La clinica San Francesco riconosciuta dalla regione Veneto come “struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica”

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Due persone investite da due diversi treni sulla linea Verona - Brescia

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Prima il boicottaggio, poi la manifestazione contro Polunin in Arena

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento