Verona, al Vinitaly nessun problema di sicurezza, ma quanti ladri: spariscono borse e tante bottiglie

Numerosi i servizi in borghese svolti dai poliziotti della Squadra Mobile, i quali hanno battuto i vari padiglioni e le aree di collegamento fra loro, durante l’intero arco giornaliero di apertura della Fiera nei 4 giorni

Con un aumento stimato del 6 percento delle presenze alla 48esima edizione del Vinitaly, la polizia di Stato, alla chiusura dell’evento, traccia il bilancio dell’attività di prevenzione oltre a quello dell’ordine e sicurezza pubblica, dato il carattere internazionale dell’evento che ha visto la presenza in città di migliaia di buyers stranieri e degli ospiti di maggior richiamo come i ministri dell'Interno, del Lavoro e dell'Agricoltura e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Sul piano della prevenzione, il dispositivo di sicurezza, pianificato ed attuato dagli agenti della questura scaligera, registra un forte calo degli episodi di furti e borseggi, in netta controtendenza con le precedenti edizioni. Numerosi i servizi in borghese svolti dai poliziotti della Squadra Mobile, i quali hanno battuto i vari padiglioni e le aree di collegamento fra loro, durante l’intero arco giornaliero di apertura della Fiera, per tutte le quattro giornate del Vinitaly.

A livello di dati, sono state presentate 47 denunce di furto, raccolte da polizia e carabinieri. Di queste denunce, 5 riguardano furti di borse e portafogli, 3 di cellulari e tablet, una di bicicletta, mentre, le rimanenti 37 riguardano furti consumati negli stand e si riferiscono per lo più a bottiglie di vino esposte.

Sul fronte dell’ordine pubblico, altrettanto efficienti ed efficaci si sono rivelati i servizi predisposti dal capo della polizia, Danilo Gagliardi e attuati dai poliziotti della Digos scaligera in occasione della presenza di numerosi politici ed esponenti di partito qui giunti, come Renzi e i tre ministri, in favore di ciascuno dei quali sono state attuate idonei servizi e misure di tutela. A conti fatti, dunque, oltre alle cifre confortanti su espositori e visitatori, è possibile ammettere che nessuna turbativa è stata registrata nella quattro giorni del Vinitaly.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento