Verona, via-vai di uomini a tutte le ore: in casa giochi erotici, tariffari per il sesso e registri delle presenze

Perquisizione della polizia nei confronti di una 44enne colombiana, rintracciata in un appartamento a Legnago, già noto alle Forze dell’ordine per il frequente e sospetto andirivieni di presunti clienti

Tariffari per le prestazioni, centinaia di preservativi e giocattoli erotici in quella casa trasformata in alcove a "luci rosse". Si sono svolte mercoledì, di prima mattina, una serie di perquisizioni disposte dalla Procura di Verona, relative ad un’indagine su un’attività di sfruttamento della prostituzione avviata nell'aprile 2013 dalla Squadra Mobile di Verona, sezione antiprostituzione. E così, quando non erano ancora le otto, i poliziotti scaligeri, unitamente a personale del Comando della polizia locale di Legnago, hanno proceduto alla perquisizione di una 44enne colombiana, rintracciata in un appartamento a Legnago, già noto alle Forze dell’ordine per il frequente e sospetto via vai di uomini a tutte le ore del giorno e della notte. La donna è stata trovata in possesso di un telefono cellulare corrispondete ad un’utenza a lei intestata, usata per numerosi annunci on line con i quali venivano pubblicizzate prestazioni sessuali a pagamento.

Dopo la donna, gli Agenti sono passati a setacciare l’appartamento usato per gestire l’attività di sfruttamento della prostituzione, trovandovi tutti gli “attrezzi del mestiere”: veri e propri prezziari delle varie prestazioni, un registro delle prestazioni elargite e dei recapiti della clientela, una copiosa scorta di 123 preservativi, un gel lubrificante, un vibratore elettrico, un fallo in gomma, un collare di cuoio, nonché diverse ricevute riconducibili a movimenti bancari. Alla luce di questi ultimi accertamenti rimangono indagati sia la colombiana perquisita che il figlio, anch’egli coinvolto nel reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, attività svolta gestendo le prestazioni di 5 altre “professioniste”, tutte colombiane tra i 35 e 40 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’accertamento di alcuni episodi dell’indagine sono stati svolti grazie anche alla collaborazione del personale di polizia locale, che ha avvalorato con i propri riscontri l’attività di prostituzione nelle diverse fasce orarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento