A Verona comincia la conta dei danni: asili sommersi da acqua e fango. Erano stati risistemati da poco

Sopralluogo del Comune all'edificio delle "Garbini Colomiatti", a Veronetta, per verificare i danni causati dal violento nubifragio di giovedì: locali allagati e detriti entrati dal cancello carraio. Le sezioni sono inagibili

Dopo il nubifragio di giovedì pomeriggio si fanno i conti dei danni in città. Mentre il presidente della Regione Veneto firmava lo stato di crisi per i risarcimenti eventuali a Peschiera (dove nella stessa notte si era abbattuto un tremendo temporale che aveva fatto scorrere fiumi di fango su mezza cittadina), toccava agli assessori comunali di Verona fare i sopralluoghi nelle zone di propria competenza. Così il responsabile degli edifici scolastici, Alberto Benetti, accompagnato da due dirigenti comunali, ha visitato la scuola dell’infanzia comunale “Garbini Colomiatti”, in piazzetta Santa Maria in Organo, per verificare i danni causati dai violenti acquazzoni che si sono abbattuto sulla città e in particolare su Veronetta.

L’edificio, che oltre alla scuola dell’infanzia ospita un asilo nido ed è collegato internamente alla scuola primaria "Rubele", è stato allagato dal fiume d’acqua e detriti entrato giovedì pomeriggio dal cancello carraio che dà su via Ponte Pignolo e che ha reso le sezioni, che già ospitavano i bambini, temporaneamente inagibili. Allagati anche il giardino, la palestra e le cantine. “La scuola dell’infanzia e l’asilo nido, completamente messi in ordine e ripuliti dopo la pausa estiva, erano già aperti e funzionanti per i servizi nido e pre-scuola - ha detto Benetti -. Tra l’altro le Elementari Rubele erano state recentemente sistemate con un finanziamento ministeriale di 590mila euro inserito nel decreto del Cipe. Un danno che non ci voleva, specie in occasione della ripresa delle attività scolastiche, ma che sarà riparato al più presto”. Il nubifragio non ha però interrotto il servizio per le famiglie. “Già da venerdì mattina – ha aggiunto Benetti - i 51 bambini della scuola dell’infanzia e i 12 bambini del nido hanno avuto assicurazione che saranno trasferiti alla scuola dell’infanzia e nido Colombare, dove rimarranno fino al termine dell’intervento di ripristino e pulizia della loro scuola”.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento